Enel, Bei scommette un miliardo sui contatori smart

SMART METERING

Allo studio investimento sull'installazione di 32 milioni di contatori di seconda generazione. L'approvazione del piano, con un prestito da erogare a E-Distribuzione, è attesa entro l'estate

di A.S.

Un miliardo di euro di finanziamento a Enel, nello specifico a E-distribuzione, per sostenere il programma che prevede la sostituzione di 32 milioni di contatori con quelli di “smart” di seconda generazione. E’ il piano che la Banca europea degli investimenti ha ormai in fase finale di valutazione, e al quale potrebbe dare il via libera entro l’estate.

Se l’operazione andasse in porto si tratterebbe, secondo quanto anticipa Milano Finanza, di una delle operazioni di maggior portata mai messe in atto in Italia dall’istituto che vede come vicepresidente l’italiano Dario Scannapieco.

Il progetto di sostituzione dei contatori, battezzato lo scorso anno con il nome di “open meter”, ha u valore complessivo di 2,34 miliardi di euro, è già nella fase attuativa e per completarlo si aspettava proprio la “nuova linfa” in arrivo dalla Bei.

Per l’azienda guidata da Francesco Starace Open Meter rappresenta un altro passo in avanti nella direzione della telegestione dell’energia e della razionalizzazione dei consumi energetici su scala nazionale, e segue l’installazione della prima generazione di contatori “smart” che fu effettuata tra il 2001 e il 2006.   

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 18 Maggio 2017

TAG: Enel, Bei, Banca europea degli investimenti, Open Meter, Francesco Starace, Dario Scannapieco

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store