5

5G

La connettività 5G è già una realtà in Italia, tra i primi Paesi ad aver adottato la nuova tecnologia per le telecomunicazioni.

5G (quinta generazione), tutto sulla tecnologia che cambierà le comunicazioni

Il 5G rappresenta l'ultima novità in ambito internet e telecomunicazioni, e soprattutto in ambito telefonia mobile.

5G (acronimo di 5th Generation) indica tecnologie di telefonia mobile di quinta generazione, quindi più potenti di quelli di quarta generazione, che permettono prestazioni e velocità molto più elevate dell'attuale tecnologia 4G/IMT-Advanced.

Quindi il 5G diventa molto importante, in quanto è una tecnologia abilitante per le nuove sfide tecnologiche a livello mondiale: intelligenza artificiale, blockchain, pagamenti digitali e digitalizzazione del Paese passano tutte dalla necessità di rendere più performanti le linee di comunicazione.

Ecco quindi che il 5G diventa fondamentale per l'economia e la tecnologia presente e futura.

Secondo le stime BCG3 l’adozione diffusa del 5G in tutta Europa potrebbero creare circa 2,4 nuovi milioni di posti di lavoro entro il 2025 e incrementare il Prodotto Interno Lordo di 113 miliardi di euro all’anno.

Inoltre, le soluzioni digitali offerte dalla connettività 5G hanno il potenziale per ridurre del 15% le emissioni totali di CO2.

Con l’introduzione del 5G la velocità massima in download sarà portata a 20 Gbps mentre con il 4G è ferma a 2 Gbps.

La latenza (i tempi di risposta) passa a 1-4 millisecondi a fronte dei 10-50 millisecondi del 4G.

Anche i dispositivi in movimento e fino a una velocità fino a 500 km/h, potranno usufruire della connettività alla rete 5G.

Infine, il 5G consente una densità di connessione fino a un milione di dispositivi per km quadrato ossia 10 volte in più rispetto alla tecnologia 4G.

Il 5G cambierà molte cose in tutto il mondo e abiliterà tecnologie quali l'intelligenza artificiale, la blockchain e l'internet delle cose, che senza una connessione rapida e diffusa non possono essere adottate su scala globale con i vantaggi economici e di inclusività che ne derivano.

Una nuova era, quindi, dominata dalla connessione costante si sta prospettando nell'immediato futuro.

Un bene? Un male? Questa considerazione spetta a te, caro lettore. Se vuoi informarti sul 5G, su cos'è e come funziona, e sullo stato dell'arte di questa tecnologia, leggi in basso le ultime notizie aggiornate su CorCom, il primo quotidiano dell'innovazione e delle telecomunicazioni in Italia e scopri gli approfondimenti sulla tecnologia mobile del 5G e dei suoi impatti sulla società.

 

Dove è già attivo il 5G in Italia?

La connettività 5G è già arrivata in Italia: secondo i dati dell’Osservatorio 5G della Commissione europea, la copertura nel nostro Paese è del 99,7%.

Il 5G è attivo e già funzionante in 38 paesi dell’Europa tra cui l’Italia e proposto da circa 50 operatori. Si prevede che entro il 2025 coprirà un terzo dell’Europa con 232 milioni di connessioni.

La connettività 5G risolve molti problemi consentendo di connettere molto più dispositivi e nel mondo ce ne sono già più di 5 miliardi. I vantaggi sono dati da una minore latenza e dall’ampliamento della larghezza di banda.

La latenza o tempo di risposta riguarda quel tempo che intercorre tra l’invio e la ricezione dei dati tra un dispositivo e l’altro: più è minore più avremo un servizio veloce.

La larghezza di banda ampliata invece, ci darà la possibilità di usufruire di una velocità di download e di upload molto elevata, quindi potremo vedere video o trasmissioni in streaming con una migliore qualità video.

Il 5G attualmente è attivo in Italia e copre oramai quasi tutto il territorio nazionale escludendo alcune zone alpine e lungo l’Appennino da Nord a Sud.

Quando arriverà il 5G che fine farà il 4G?

Il 4G è una connettività destinata a convivere ancora per molti anni accanto al 5G, questo perché non sempre è possibile portare il 5G in molte zone specie rurali. Dunque la connettività potrebbe sopravvivere in Italia e in molte zone del mondo anche fino al 2030.

Pag. 1 di 176

Altri canali