Intel, il chip è future-proof: "Vince chi gioca d’anticipo"

L'INTERVISTA

I nuovi processori Xeon Scalable promettono performance inedite. Un upgrade che punta a spianare la strada all'intelligenza artificiale e al 5G. L’intervista di CorCom a Dan Rodriguez, vice president Data Center Group, e Lynn Comp, senior director Market Development Network Platforms Group

di Andrea Frollà

(New York) - “L’evoluzione tecnologica, o rivoluzione che dir si voglia, richiede agilità, flessibilità e scalabilità. Su questi tre fattori abbiamo incentrato lo sviluppo degli ultimi 5 anni di ricerca e sviluppo e i nuovi processori sono il risultato di questi sforzi, che garantiranno uno sviluppo più rapido ed efficiente dei nuovi progetti tecnologici. Anche quelli che guardano già al 5G”. Dan Rodriguez, vice president Data Center Group e general manager Communications Infrastructure Division di Intel, spiega così a CorCom l’impatto che la nuova famiglia di processori Xeon Scalable creata dalla compagnia di Santa Clara avrà nel mondo dell’economia digitale. Intervistato assieme a Lynn Comp (senior director Market Development Network Platforms Group di Intel) subito dopo l’evento di presentazione, andato in scena a New York alla presenza di stampa specializzata e partner internazionali, Rodriguez non nasconde l’entusiasmo e l’ambizione per questo nuovo upgrade tecnologico.

“Abbiamo introdotto questa nuova famiglia di processori per supportare i processi innovativi di diversi mercati verticali. Il mondo enterprise, e in particolare quello che opera con il cloud e le tecnologie di comunicazione, otterrà numerosi benefici -spiega il manager -. Su tutti l’aumento delle performance, che si traduce poi direttamente in un miglioramento delle applicazioni sviluppate per il cliente finale”.

Uno degli aspetti più interessanti riguarda il fatto che i nuovi chip firmati Intel raggiungono performance in grado di sostenere lo sviluppo e l’evoluzione del 5G nei prossimi anni. “Se pensiamo ai numerosi utilizzi possibili delle reti di quinta generazione ci rendiamo conto di quanto sia importante garantire alle aziende la possibilità di lavorare con sistemi agili e sicuri – aggiunge Rodriguez -. I servizi che oggi funzionano bene dovranno migrare sulle nuove reti ed è per questo che con i processori Xeon Scalable abbiamo deciso di giocare d’anticipo”. I progetti R&S che hanno portato alla nascita di questo nuovo prodotto hi-tech hanno segnato per Intel un importante cambio di paradigma, con un “approccio orientato direttamente alle applicazioni finali per gli utenti, e non più solo ai bisogni dei nostri clienti diretti, fondamentale per ottimizzare la customer experience”.

Tra le aziende che potranno ottenere una spinta propulsiva importante dai nuovi Xeon Scalable, prevede la senior director Market Development Network Platforms Group di Intel, Lynn Comp, ci sono quelle che si occupano di intelligenza artificiale e machine learning: “Sono tecnologie che stanno cambiando i paradigmi evolutivi, ponendo sfide inedite. Ecco perché lo sviluppo dei processori Xeon Scalable è stato indirizzato all’ottimizzazione delle performance software – spiega la manager -. Ciò consente di offrire la possibilità di continuare a sviluppare senza stravolgere il lavoro. Mettere cioè a disposizione prodotti che sono a prova di futuro e che proteggono anche gli investimenti perché garantiscono la continuità”.

Non può mancare un accenno alla sicurezza, che è uno dei 3 fari che ha guidato il parto degli Xeon Scalable. Intel, sottolinea Comp, ha fatto della sicurezza uno dei pilastri del progetto: “La fiducia è uno dei principali motori di business. Sotto questo punto di vista gli Xeon Scalable si adattano perfettamente a diversi utilizzi, garantendo i sistemi nelle diverse situazioni di utilizzo grazie all’integrazione con le nostre soluzioni Trusted execution technology (Txt)”.

Per la prima volta, ricorda la senior director, i processori di Intel sono andati sul mercato prima dell’annuncio ufficiale e sono già operativi nei data center di grandi colossi mondiali, da quelli del retail ai cloud service provider. Un attestato di fiducia preventiva che fa ben sperare i vertici del gigante californiano, convinti che gli Xeon Scalable siano la migliore innovazione partorita dai laboratori Intel nel corso degli ultimi 10 anni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 13 Luglio 2017

TAG: Intel, chip, processori, big data, intelligenza artificiale, cloud, tlc, 5G, digitale, digital transformation

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store