Made4Lo, in Lombardia un "polo" per la stampa 3D dei metalli

TENOVA

Parte in Lombardia sotto il coordinamento di Tenova, società del Gruppo Techint specializzata nello sviluppo di soluzioni innovative per l’industria metallurgica e mineraria, il progetto Made4Lo (Metal AdditivE for LOmbardy), con l’obiettivo di dare vita a una “fabbrica diffusa” per lo sviluppo delle tecnologie di stampa 3D dei metalli.  

L’obiettivo è quello di mettere in connessione una rete di eccellenze del territorio per gestire l’intero ciclo di produzione, dall’acciaio liquido fino al prodotto finito, attraverso le moderne “additive” della stampa tridimensionale. Tra i partner de progetto il Politecnico di Milano, l’Università di Pavia, le grandi aziende Blm e Gf Machining Solutions, e le Pmi Ttm Laser, 3D-NT, Gfm, Fubri, Co. Stamp e Officine Meccaniche G. Lafranconi. Il progetto prevede un investimento di 6,6 milioni di Euro (con un contributo da parte di Regione Lombardia a fondo perduto di 3,5 milioni stanziati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) e una durata complessiva di 30 mesi.

Il progetto si inserisce tra le attività dell’Associazione Fabbrica Intelligente, il cluster tecnologico voluto da Regione Lombardia per sviluppare una strategia basata sulla ricerca e sull’innovazione del settore manifatturiero italiano. “MadeE4Lo - si legge in una nota di Tenova - rappresenta un’alleanza lombarda in una filiera che vanta competenze sviluppate sulle tecnologie tradizionali, ma con la necessità di fare sistema per tenere il passo con la competizione mondiale”.

Tenova considera l’innovazione digitale un fattore determinante nella creazione di valore aggiunto per il cliente - sottolinea Andrea Lovato, Ceo di Tenova - Made4Lo rappresenta una grande opportunità per portare risultati concreti nello sviluppo dell’additive manufacturing per componenti metalliche, tecnologia che ci riguarda sia come utilizzatori sia come impiantisti/tecnologi.  Il nostro obiettivo è infatti quello di diventare attori principali in questo settore per offrire ai nostri clienti soluzioni che li rendano più dinamici e competitivi sul mercato”.

In base al programma Tenova coinvolgerà diverse divisioni, impegnate nello studio per l’ottimizzazione della lavorazione delle polveri metalliche, l’individuazione dei componenti da realizzare con stampa 3D, e la realizzazione di un forno per il loro trattamento termico che sarà assemblato e installato presso l’officina Pomini di Castellanza, all’interno del Campus Tenova.

Made4Lo si presenta come il primo esperimento lombardo nel settore additivo di Industria 4.0 - spiega Mario Bocciolone, direttore del dipartimento di Meccanica del Politecnico di Milano - con una rete di sistemi fisici e digitali interconnessi, che si scambiano prodotti e informazioni attraverso un’infrastruttura diffusa: informazioni digitali sui prodotti da stampare, dati di processo/polvere, dati raccolti dal processo e dati relativi alla qualifica dei prodotti realizzati”.

Made4Lo esplorerà nuove applicazioni in settori di maggiore interesse per il contesto lombardo - conclude Barbara Previtali, responsabile scientifico del progetto - quali la stampa di componenti in metalli nuovi, ad esempio leghe di rame e acciai per utensili, o la riparazione/ricostruzione additiva e sottrattiva di componenti di grandi dimensioni ad elevato valore aggiunto”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 04 Settembre 2017

TAG: Tenova, Made4Lo, Industria 4.0, Industry4.0, manifattura additiva, stampa 3D, Andrea Lovato

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store