Un premio all'efficienza energetica. Sugli scudi l'eco-hitech

AWARD

Riconoscimento per le aziende e le amministrazioni pubbliche che si sono impegnate a tagliare i consumi con tecnologie a basso impatto ambientale e sistemi eco-sostenibili

di P.A.
Assegnati ieri i premi dell'Award Ecohitech, il riconsocimento attribuito alle aziende che si sono distinte in tema di eco-compatibilità e risparmio energetico nei settori dell'elettronica, dell'Ict e della tecnologia in generale.

L'evento, promosso dal Consorzio Ecoqual'It (Consorzio di servizi per la eco-qualità nell'hitech) in collaborazione con l'associazione Amici della Terra, ha premiato le iniziative di aziende e Comuni eco-virtuosi valorizzando i prodotti tecnologici a minore impatto ambientale.

Novità dell'edizione 2010 è l’inserimento di una categoria dedicata alle soluzioni per l'energy efficiency e allo sviluppo di energie rinnovabili, con una particolare attenzione al comparto del fotovoltaico e del Led lighting.

Nella categoria "Prodotti elettronici e hi-tech" il premio è andato a Oki Systems Italy. I nuovi modelli di stampanti (Serie C500) e multifunzione a colore (MC561) utilizzano l'innovativa tecnologia a Led, con notevoli risparmi di energia (pari al 94-95% rispetto ai modelli precedenti). I consumi dello stand by vengono portati a un valore inferiore a 1,1 Watt per le stampanti e 1,5 Watt per i multifunzione. Nella stessa categoria menzione speciale a Fujitsu Technology Solutions, per il server "zero watt". Altra menzione speciale a Samsung Electronics Italia, per i televisori Led, Lcd e Plasma di Samsung sono certificati EU Ecolabel. Premiata anche Sorgenia, grazie alla sua multipresa intelligente finalizzata all’ottimizzazione del risparmio energetico in soluzioni di domotica e building automation, in particolare grazie al sistema hardware e software  in grado di misurare, monitorare in tempo reale i consumi elettrici e di programmare accensioni e spegnimenti, anche da remoto.

Nella categoria "Processi eco-virtuosi" il premio è andato al Gruppo mercantile servizi, grazie al progetto di formazione e sensibilizzazione condotto dall'azienda insieme all'associazione Amici della Terra Lombardia nelle scuole dell'area milanese ha coinvolto 16 istituti per un risultato di 11.349 chilogrammi Raee raccolti, pari a 5,34 kg/procapite (per studente). Ne deriva un risparmio di emissioni di CO2 pari a 143.637 Kg.

Menzione Speciale a: Raecycle, che ha dato vita a un impianto di trattamento per i Raee a Siracusa, in Sicilia, adottando un modello di building energeticamente autonomo attraverso la dotazione di 1800 metr quadrati di pannelli solari e con l'ausilio di energia geotermica per il raffrescamento. L'impianto sarà dotato a breve anche di una centrale micro-eolica. Menzione Speciale anche a Eso (Ecological services outsourcing), per il progetto EsoSport di recupero della gomma, ritenuto di grande interesse e impatto, anche in virtù dell'accordo con alcuni grandi punti vendita di prodotti e abbigliamento sportivo. La gomma recuperata e riciclata viene impiegata per la fabbricazione di piste di atletica, arredo urbano, tappeti anti-shock.

Nella terza categoria "Pubbliche amministrazioni eco-virtuose" il premio è andato a Geovest, per i servizi energetici e ambientali destinati ai Comuni associati (area di Modena e Bologna) per lo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili. Di particolare interesse la creazione di un Gruppo di acquisto fotovoltaico (Gaf) a favore dei Comuni associati. Menzione Speciale al Consorzio Porto fluviale e zona industriale Padova, che realizza servizi e soluzioni per lo sviluppo sostenibile e la produzione di energia pulita per il Comune di Padova, in particolare a favore delle aziende presenti nella zona industriale e del porto fluviale della città veneta. Tra le realizzazioni la definizione di rigorosi requisiti ambientali e sociali di insediamento delle aziende nell'area industriale (Progetto area industriale sostenibile). Segnalazione al Comune di Castrolibero (Cs), per il progetto di cattura della Co2 dal biogas prodotto dalla discarica presente. Infine, un'altra segnalazione per il Comune di Jesolo (Ve) per l'adozione di sistemi illuminanti a Led e a basso consumo.

Nella quarta categoria "Imprese eco-virtuose" il premio è andato a Epson Italia, che ha adottato il Lca (Life cycle assessment) per la struttura commerciale e di servizi e i dipendenti dell'azienda grazie alla collaborazione con il dipartimento Polaris della Università Milano-Bicocca. Tra le azioni intraprese dall'azienda, l'impianto fotovoltaico sul tetto della sede (18mila Kwh/anno di potenza resa) e il passaggio alla illuminazione a Led di due piani dell’edificio. Menzione speciale a 3M Italia, che ha realizzato il nuovo edificio della sede dell'azienda utilizzando caratteristiche di architettura bio-climatica e ad alta efficienza energetica. In particolare, l'edificio è costruito in classe energetica A con impianto fotovoltaico per la produzione di 100mila Kwh/anno con sistema di riscaldamento e raffreddamento implementati dalla geotermia. Particolarmente innovativi i vetri rivestiti dalla pellicola speciale 3M che consentono di ridurre al minimo le fughe termiche. Menzione speciale a Indesit Company, che nel 2010 ha introdotto in una gamma completa di lavabiancheria l'utilizzo di plastica riciclata su alcuni elementi estetici come il pannello dei comandi, la cornice dell'oblò e altri particolari. Si segnala la sperimentazione domotica per gestire i consumi energetici in virtù della disponibilità della rete e del raggiungimento di uno standard di interconnessione tra apparecchi domestici.

Nella quinta categoria "Energy efficiency", per la sottocategoria "Led Lighting", il premio è andato a Guzzini, per la realizzazione di Archilede, un sistema a Led progettato per Enel Sole destinato allo street lighting in aree urbane ed extraurbane. La speciale forma del vano ottico (brevettata) e dello schermo trasparente che protegge il Led dagli agenti atmosferici, la disposizione dei Led per concentrare l'emissione luminosa, il controllo elettronico intelligente del sistema che consente di programmarne il funzionamento sono tra le caratteristiche più interessanti del prodotto. Consente un risparmio energetico dal 40% al 70% rispetto alle tecnologie tradizionali. Premio anche a Nadlec, per ST500, un corpo illuminante stradale a Led innovativo che si differenzia per il particolare tipo di ottica. Nel confronto con un faro Sap a 70W, un faro ST500 a 36 Led permette di risparmiare 162 Kwh e 105 Kg di anidride carbonica.

Premio anche a Sts – Ecolumen per Highway, un innovativo corpo luminoso ad alta potenza per l’illuminazione stradale, mentre Lumen è una interessante applicazione per installazioni votive in grado di garantire una vita utile del prodotto pari a 50mila ore e un risparmio energetico pari al 70%. Menzione speciale a Arianna Led, per il sistema deflective, Deflecto, brevettato dall'azienda, che consente un risparmio ulteriore nella pubblica illuminazione a Led del 60% rispetto al Sap e del 20% rispetto ad altre soluzioni a Led. Un sistema disegnato per aumentare la potenza e il raggio di diffusione della luce Led costituito da una calotta che ha il duplice compito di raccogliere e miscelare l'intera emissione luminosa e di proiettarla uniformemente sulla strada. Menzione speciale anche a Roj, premiata per il lampione Roj Quadro per l’illuminazione cittadina o da esterni. Un lampione completamente autonomo grazie al pannello fotovoltaico in silicio monocristallino integrato, alloggiato all'estremità del lampione. Il sistema ha un impatto ambientale quasi nullo in termini di emissioni di C02, con una riduzione di 180 Kg/anno di emissioni rispetto alle soluzioni tradizionali. Premio a Wissenlux per la plafoniera a Led per interni e uffici che riesce a illuminare fino a 1376,8 lux (per mq a un metro di altezza). Un aspetto molto importante, soprattutto nella grande distribuzione, è la temperatura di esercizio di queste lampade che, dopo 24 ore di esercizio, è di appena 10° superiore alla temperatura ambientale. I consumi vanno dai 30W/h per il modello a 24 Led ai 54W/h per quello a 42 Led. Menzione Speciale a: Pwp Illumina, per la plafoniera a Led presentata che consente un basso consumo energetico (24,5W) e un'elevata efficienza (1500 lumen nella versione cool-light). L'energy saving garantita è del 30% con una riduzione di Co2 pari a 405 Kg.

Nella sottocategoria "Fotovoltaico/Solare" il premio è andato a Ser, (Sistemi energie rinnovabili), che ha progettato e installato un parco fotovoltaico a Spirano (Bg) in grado di produrre a regime 1386mila Kwh/anno capace di coprire il consumo di 400 famiglie con un risparmio energetico di 850 tonnellate di Co2/anno. Il parco fotovoltaico a inseguimento solare di Spirano è il più grande della Lombardia. Da settembre 2010, il parco mette a disposizione di cittadini e studenti percorsi didattici per una maggiore sensibilizzazione e conoscenza ambientale. Premio a Solarpsot per la guida tubolare di luce naturale – o camino di luce – che porta i raggi del sole all'interno degli edifici massimizzando la captazione e il trasferimento della luce diurna senza l'impiego di conversione fotoelettrica e foto termica.

La Giuria dell’Award Ecohitech 2010 era composta dal presidente: Marina Camatini, Head of the Research Center "Polaris", Università Milano-Bicocca. I membri della giuria, Enrico Cagno, Politecnico di Milano – Dip. Ingegneria gestionale. Pierpaolo Kamidis, Settore Ambiente – Anie. Giuseppe Di Masi, Ministero Sviluppo Economico. Paolo Pipere, Resp. Ambiente, Territorio e Infrastrutture - Camera di Commercio Milano. Annamaria Ribaudo, Regione Lombardia. Giuseppe Sgorbati, Direttore Dipartimento provinciale di Milano, Arpa Lombardia. Roberto Vertemati, Socio Ecoqual’It.

03 Dicembre 2010