Compagnie aeree, spesa IT in ripresa. Decolla l'offerta su social network e mobile

IL REPORT

Secondo dati Sita, la metà dei vettori mondiali ha aumentato il budget riservato alle tecnologie. In aumento le prenotazioni via web; raddoppiate in un anno quelle via smartphone

di P.A.
Le compagnie aeree hanno registrato una crescita negli investimenti per l’IT e la comunicazione (IT&T) e intendono continuare a investire nei servizi mobili e nelle cosiddette "tecnologie di trasformazione" per il servizio passeggeri. È quanto emerge dalla tredicesima edizione dell’Airline IT Trends, l’indagine annuale condotta da Sita, lo specialista nella fornitura di soluzioni IT e servizi di comunicazione per l’industria del trasporto aereo, presentata a Bruxelles in occasione dell’Air Transport IT Summit. L’Airline IT Trends Survey è stata condotta su un panel di compagnie aeree che gestiscono il 57% del traffico passeggeri mondiale.

Nel complesso, le spese operative per IT&T sono rimaste stabili all’1,8%, ma questo rappresenta un aumento significativo della spesa in valore assoluto a seguito di un ritorno alla redditività negli ultimi 12 mesi, dopo 2 anni di recessione.

Rispetto al 2010, il 50% delle compagnie aeree stanno registrando un aumento nella spesa complessiva per l’IT&T, mentre il 32% ha dichiarato che la propria spesa è rimasta immutata e soltanto il 18% riporta una diminuzione di investimenti per la tecnologia.

Nonostante le preoccupazioni relative alle condizioni di mercato e ai prezzi del carburante, le prospettive per il 2012 sono positive, con il 54% degli intervistati che si aspetta che i budget aumentino e il 29% che è convinto rimarranno invariati. Il 91% delle compagnie aeree prevede di investire in servizi mobili per i passeggeri e il 93% considera prioritaria l’adozione di tecnologia virtuale.

Presentando l’Airline IT Trends Survey 2011, Paul Coby, presidente del board Sta, ha dichiarato: "considero la spesa in IT come il barometro della fiducia generale all’interno del settore del trasporto aereo. Il numero dei passeggeri e i ricavi sono in ripresa, di conseguenza vediamo che le compagnie aeree concentrano gli investimenti sulle aree che davvero fanno la differenza a livello strategico – come appunto l’IT".

La virtualizzazione e il cloud computing stanno diventando cruciali sia per l’efficienza in IT sia per i costi di gestione. Il 95% delle compagnie aeree intervistate quest’anno prevede di implementare le tecnologie virtuali. Dall’indagine emerge come i siti web delle compagnie aeree siano un veicolo decisivo per incentivare il traffico passeggeri e le vendite, non soltanto di biglietti aerei ma anche di prodotti collegati al trasporto aereo.

È in continua crescita la percentuale di biglietti venduti online tramite i canali di distribuzione controllati direttamente dalle compagnie aeree. Si prevede che nel corso del 2011 questo tipo di vendita supererà per la prima volta quella di tipo indiretto e che entro il 2014 coprirà il 58% delle vendite. Questo cambio di tendenza ridurrà la quota delle vendite tramite sistemi di distribuzione globale e agenzie di viaggi online.

Il 91% delle compagnie aeree intervistate prevede di investire in servizi basati su dispositivi mobili per i prossimi tre anni. I servizi mobili considerati prioritari sono quelli che supportano il check-in, l’invio di notifiche sullo stato del volo, la prenotazione e le carte d’imbarco elettroniche. Le compagnie aeree prevedono che entro il 2014 il 15% di tutti i passeggeri utilizzeranno il proprio telefonino per effettuare il check-in.

L’85% delle compagnie aeree vende già (33%) o prevede di vendere entro il 2014 (52%) i biglietti di viaggio tramite telefonino, e la maggior parte degli intervistati presume di estendere le funzionalità mobili includendo l’aggiornamento e le modifiche di viaggio e la vendita di servizi a bordo.

Francesco Violante, Ceo di Sita, intervenendo oggi al Air Transport IT Summit di Sita, ha dichiarato: "Il settore del trasporto aereo ha capito subito che sarebbe stato strategico investire sui servizi mobili, osservando quella rivoluzione che ha avuto inizio tre anni fa con l’arrivo dei primi smartphone 3G. Il numero di compagnie aeree che vende biglietti tramite i telefoni cellulari è quasi raddoppiato rispetto all'anno scorso e molte stanno già pianificando di ampliare questa funzionalità offrendo la possibilità di modificare o aggiornare i dettagli del proprio viaggio".

L'indagine Sita sottolinea come la distribuzione in questo settore sia diventata un ambiente multicanale e conferma anche quest’anno l’importanza crescente del ruolo dei chioschi per il check-in, a cui si aggiunge quello dei social network. Il 70% delle compagnie aeree vende già, o prevede di vendere entro il 2014, i biglietti attraverso i chioschi e i social network. Attualmente, il 19% vende biglietti tramite chioschi, e il 16% attraverso social network.

"L'indagine conferma il crescente interesse per i social network come canali di distribuzione. Con l'aumento dei canali, le offerte di viaggio raggiungono i passeggeri in modo molto più mirato e personalizzato in base alle preferenze del viaggiatore e al contesto del canale utilizzato. Questo riflette la strategia della compagnia aerea che intende aumentare il proprio controllo sulla distribuzione, intensificando la vendita diretta tramite i siti web e i call center”

Oggi l’80% delle compagnie aeree è presente o sta per arrivare sui social network che rappresentano un canale privilegiato anche per la promozione di prodotti e servizi.

L'indagine rivela la diffusione di una funzionalità più ampia dei chioschi self-service. Il numero di compagnie aeree con chioschi per i transfert, ad esempio, è quadruplicato rispetto al sondaggio dell’anno scorso, l’11% ha già implementato il proprio servizio e il 39% prevede di farlo entro il 2014.

23 Giugno 2011