Fusioni e acquisizioni, il cloud aiuta a capitalizzare rapidamente

PUNTI DI VISTA

Alberto Bullani, regional manager di VMware accende i riflettori sul ruolo chiave dei desktop virtuali nella produttività delle risorse. "Aggiornare le infrastrutture richiede tempo e costi. Con la nuvola ingenti risparmi"

di P.A.
La potenza dei desktop virtuali per capitalizzare rapidamente il valore di fusioni e acquisizioni aziendali. Questa l'arma in più, secondo Alberto Bullani, Regional Manager di VMware Italia, che i Cio possono sfruttare in questi frangenti.

"Dopo una fusione o un’acquisizione - dice Bullani - per la maggior parte delle aziende, dare al proprio staff l’IT necessario per l’espletamento delle proprie funzioni è il primo passo per avere dei dipendenti produttivi. Tuttavia, generalmente portare nuovo personale sulla infrastruttura IT aziendale è un processo che richiede tempo e molto lavoro manuale: si pensi, per esempio, a quanto tempo si può perdere per aggiornare il sistema operativo su tutti i computer dell’azienda o per installare una nuova applicazione sui desktop e il problema si moltiplica se lo stesso processo ha bisogno di essere attuato su centinaia o addirittura migliaia di nuovi desktop".

Bullani spiega come la virtualizzazione del desktop possa costituire una soluzione per questo problema: i desktop virtuali (VDI o Virtual Desktop Infrastructure), "consentono di erogare dei desktop dal cloud come servizio gestito o ospitarli sul data center aziendale a un costo di gran lunga inferiore - dice - invece di essere installati manualmente su ogni singola macchina. Poiché essi sono erogati a livello centrale, è possibile installare migliaia di desktop in una volta ed estendere gli aggiornamenti e le nuove applicazioni contemporaneamente a tutti quelli presenti in azienda. In questo modo, i virtual desktop consentono di rendere operativi tutti i nuovi dipendenti in tempi nettamente più rapidi rispetto al passato, aiutando così l’azienda a ottenere valore dai nuovi dipendenti più velocemente e senza interruzioni del servizio".

I virtual desktop, inoltre, permettono agli utenti aziendali di utilizzare in piena libertà qualsiasi di dispositivo mobile per lavorare: grazie alla Vdi, infatti, lo stesso “desktop” con tutte le sue funzionalità diventa fruibile da qualsiasi tipo di schermo l’utente abbia a disposizione.

L’adozione di questo tipo di tecnologia, secondo Bullani, comporta anche notevoli risparmi economici, sia al momento dell’implementazione (un desktop tradizionale ha un costo che varia dagli 800 e 1200 dollari, mentre l’adozione della soluzione per la VDI VMware View si aggira tra i 250 e i 400 dollari), sia per quanto riguarda il Tco, che viene ridotto fino al 50%.

27 Luglio 2011