Vitrociset acquisisce Eda e punta al business dei servizi Ict

ACQUISIZIONI

L'operazione del valore di 20 mln di euro permetterà all'azienda romana di affiancare le attività a quella "storica" di sviluppo di sistemi informatici

Vitrociset differenzia il business, puntando a sviluppare servizi per le imprese e la PA. In questa prospettiva va letta l'acquisizione da parte dell' azienda romana, specializzata nello sviluppo sistemi elettronici e informatici, di Eda (Enterprise Digital Architects), la società nata nel 2001 da uno spin-off di Ericsson che aveva come core business l’offerta di servizi Ict per le imprese e la PA.

“L’operazione è molto significativa sia sotto il profilo finanziario che industriale - spiega Tommaso Pompei, Ad di Vitrociset -. Occorre infatti considerare che ai 28 milioni che costituiscono il valore dell’acquisizione vanno sommati i 25 milioni già spesi per riavviare le attività commerciali e operative della ex-Eda. Sotto il profilo industriale l’operazione consente a Vitrociset un significativo ampliamento dei mercati di riferimento, rafforzando nel contempo il portafoglio delle competenze interne”. La “nuova” Vitrociset affiancherà pertanto le attività ex Eda ai comparti tradizionali  (Difesa, Trasporto, Spazio) su cui storicamente opera l’azienda tecnologica romana.

L’acquisizione rappresenta l’ulteriore sviluppo di un rapporto iniziato nel 2007, quando Vitrociset prese in carico per 18 mesi la gestione di Eda che aveva dichiarato fallimento. 

“Questa operazione consente di mettere a disposizione di Vitrociset nuove e differenti esperienze, nonché il know how di Eda per il raggiungimento dei nuovi obiettivi strategici dell’Azienda, potenziando così le proprie competenze e la relativa offerta tecnica per affrontare i nuovi mercati - puntualizza Lorenzo D’Onghia, Dg di Vitrociset -. Siamo orgogliosi di aver fatto ripartire molte delle attività sospese di Eda fra cui il progetto Interpolizie per gestire la rete in Ponte Radio Digitale,  l’infrastruttura di comunicazione per le forze di polizia che rappresenta una grande e capillare rete di proprietà dello Stato”.

26 Giugno 2009