Competenze digitali, intesa con il Piemonte

AICA

Aica (Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico) e la Regione Piemonte hanno siglato un protocollo d’intesa per favorire la diffusione delle competenze informatiche fra i cittadini, attraverso le certificazioni informatiche europee Ecdl, e-Citizen ed Eucip. 

Le tre certificazioni riguardano le competenze informatiche a livello di utente (Ecdl – patente europea del computer), le competenze informatiche professionali (Eucip) e l’alfabetizzazione informatica di base (e-Citizen); rappresentano strumenti riconosciuti a livello internazionale, verificati e costantemente aggiornati per attestare le proprie capacità nei percorsi educativi e nel mondo del lavoro.

La Regione Piemonte ritiene fondamentale, ai fini del pieno esercizio della cittadinanza, lo sviluppo, il riconoscimento e la certificazione delle competenze informatiche, ed intende agire in aderenza agli obiettivi comunitari sul tema dell’educazione permanente e per la riduzione entro il 2020 dei tassi di disoccupazione.  Ha quindi individuato, come strumento utile a tale scopo, la definizione di un sistema di standard che garantisca: qualità dei percorsi formativi, conformità a norme definite a livello internazionale ed europeo,  trasparenza delle certificazioni, neutralità rispetto a prodotti e servizi offerti da vendor.

Tali caratteristiche sono state riconosciute alle certificazioni informatiche europee Ecdl, e-Citizen ed Eucip, di cui Aica è ente garante per l’Italia.

“L’intesa siglata con la Regione Piemonte conferma ancora una volta che lo sviluppo individuale, sociale ed economico passa oggi per la diffusione delle competenze informatiche, secondo modelli riconosciuti, certificati e adottati nel mondo del lavoro e della formazione” ha commentato Giulio Occhini, il Direttore di Aica. “Come Aica sosteniamo da tempo che avere  l’opportunità di dotarsi di strumenti concreti per accedere al lavoro, per attestare le proprie competenze professionali, o semplicemente per utilizzare il web e le tecnologie di comunicazione, sia essenziale per promuovere una cittadinanza digitale efficace, consapevole e propositiva”.

“Ormai viviamo in quella che numerosi economisti definiscono ‘l’era dell’accesso’- sostiene l’assessore al Lavoro e Formazione Professionale, Claudia Porchietto – e l’intesa che abbiamo sottoscritto con AICA rappresenta quindi il necessario corollario. D’altra parte qualsiasi datore di lavoro oggi richiede una certificazione delle competenze linguistiche e informatiche per prendere in considerazione il curriculum di qualsiasi candidato e quindi la promozione delle competenze informatiche tra i piemontesi è un servizio da considerarsi essenziale. L’auspicio è che soprattutto i giovani acquisiscano certificazioni che li rendano competitivi non solo nel mercato del lavoro interno, ma anche in quello internazionale, in modo da fornirgli un know-how che renda maggiormente facile l’inserimento lavorativo rispetto ai competitor europei”.

Nel quadro del protocollo d’Intesa, la Regione ed Aica si impegneranno con diverse azioni.

Sul fronte della formazione scolastica e professionale, Aica si impegnerà a presentare alle strutture scolastiche e formative del territorio il valore delle certificazioni informatiche europee, che la Regione si impegnerà a riconoscere come credito formativo, promuovendone l’inserimento nei curricula.

Sul fronte delle opportunità di impiego, la Regione si impegnerà a correlare gli standard delle certificazioni Ecdl, e-Citizen ed EucipP con gli standard per il riconoscimento e la certificazione delle competenzedefiniti a livello regionale, così da garantire la massima trasparenza e spendibilità nel mondo del lavoro delle certificazioni conseguite dai cittadini.

In questo ambito, Aica offrirà la sua collaborazione per identificare i percorsi di raccordo tra gli standard di competenze, e per ogni iniziativa che la Regione intenderà assumere per favorire la diffusione delle competenze informatiche sul territorio.  La Regione diffonderà presso i suoi Centri per l’Impiego i contenuti dell’intesa, così da favorire ulteriormente l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Aica supporterà l’attuazione del protocollo d’intesa, applicando anche condizioni economiche agevolate a favore dei Centri di Formazione che organizzino i corsi per i dipendenti pubblici regionali e di tutti i Centri di Formazione privati del territorio accreditati dalla Regione che ne facciano esplicita richiesta; in generale, le Scuole e i Centri di Formazione potranno aderire all’iniziativa e, se in possesso dei requisiti, potranno essere autorizzati da Aica e diventare Sede di Esame (Test e Competence Center) per il conseguimento delle certificazioni Ecdl, e-Citizen ed Eucip.  I risultati conseguiti nell’arco di un anno con lo sviluppo dell’intesa saranno presentati in un convegno organizzato da Aica in collaborazione con la Regione. 

Come ulteriore impegno, Aica metterà a disposizione della Regione Piemonte la sua rassegna sui temi ICT, Mondo Digitale, secondo modalità di distribuzione che verranno concordate.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 19 Aprile 2012

TAG: aica, piemonte, giulio occhini, claudia porchietto

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store