Gartner, vendite di pc in Europa a -20,5%

VENDITE A -20,5%

Nel primo trimestre calo delle vendite del 20,5%. L'analista Meike Escherich: "Nemmeno i nuovi Windows 8 riusciranno a invertire il trend". Tablet pigliatutto

di F.Me.

Crollano le vendite di pc in Europa occidentale. Secondo gli ultimi rilievi di Gartner, nel primo trimestre 2013, sono stati venduti 12,3 milioni di personal computer in calo del 20,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. "Il primo trimestre del 2013 ha registrato il peggior calo trimestrale in Europa occidentale da quando Gartner ha iniziato a monitorare le vendite nella regione – spiega  Meike Escherich, principal analyst di Gartner – Prevediamo che nemmeno l’ampia disponibilità di Pc basati su Windows 8 riusciranno ad invertire il trend perché ormai gli utenti si interrogano sempre di più sull’utilità dei pc tradizionali”.  

Nel dettaglio le vendite di pc portatili e desktop sono diminuite – rispettivamente - del 24,6% e 13,8%; le vendite nel mercato professional sono calate del 17,2% e quelle nel  consumer del 23,7%.
 
Sul fronte produttori sia Hp sia Acer – rispettivamente primo e secondo vendor - hanno fatto registrare un crollo del 30%. Nonostante Hp abbia visto dimezzare i volumi di vendita dei notebook nel corso del trimestre resta leader del mercato. Tra i primi cinque vendor solo Lenovo (al terzo posto) e Apple (in quinta posizione dopo Dell) hanno registrato una crescita. Lenovo è stato il produttore a crescita più rapida sia sul versante desktop sia notebook.

Per quanto riguarda i singoli Paesi, Gartner rileva nel Regno Unito vendite pari a  2,5 milioni di unità con un calo del 15,8% rispetto al corrispondente periodo del 2012 . "Molti consumatori non hanno più bisogno di un pc ,l'utilizzo di smartphone e tablet ha preso il sopravvento", spiega Ranjit Atwal, research director di Gartner. Le vendite di pc portatili sono diminuite del 22% mentre i desktop del 5,2%.  Il mercato consumer il professional sono diminuiti – rispettivamente – del 23,5% e del 7,6%. Hp ha mantenuto la prima posizione nonostante la perdita di quasi il 25% del volume di vendite. Seguono Acer e Lenovo.  

In Francia le vendite sono diminuite del 25%, la peggiore performance europea.  "Le imprese hanno continuato ad estendere il ciclo di vita dei pc tradizionali", spiega Isabelle Durand, principal analyst di Gartner. I notebook sono crollati del 62%, soprattutto a causa della “scomparsa” dei netbook mente le vendite di ultrabook non sono riuscite ancora a decollare. Il mercato dei pc consumer è diminuito del 28%  mentre il mercato professionale è diminuito del 21% .  Quattro dei primi cinque vendor hanno registrato cali a due cifre, con l’eccezione di Lenovo che è crescita leggermente (+0,1%).  "Nel complesso, ci aspettiamo che il mercato dei pc in Francia mostri un calo a due cifre anche nel secondo trimestre del 2013", annuncia Durand.
 
In Germania le vendite sono state pari a 2,6 milioni di unità, con una diminuzione del 20% rispetto al corrispondente periodo del 2012. Le vendite di pc portatili sono diminuite del 24,7%, mentre i desktop del 13,1%. Il consumer e il professional sono diminuiti rispettivamente del  18,6% e 21,4%. "I consumatori non acquistano tablet con l'obiettivo di sostituire un pc, ma alla fine le tavolette finiscono per diventare centrali nelle attività quotidiane. Ci aspettiamo che la base di pc tenda a ridursi quanto più aumenterà quella di tablet”, sottolinea  a Escherich. In Germania, Lenovo ha mantenuto la prima posizione, seguita da Hp e Acer, che però, ha registrato la performance peggiore con un calo complessivo delle vendite del 45,6%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 15 Maggio 2013

TAG: gartne, europa occidentale, pc, tablet, hp, acer, lenovo, dell, apple, isabelle durand, meike Escherich

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store