Nasce Windows7. Jovane: "Occasione per le imprese"

MICROSOFT

Da mezzanotte disponibile il nuovo sistema operativo di Microsoft. Debutta anche Windows Server 2008

di Federica Meta
Pc, televisione, giochi, musica: gli impianti si parlano permettendo di scaricare canzoni dalla rete e indirizzarle con un solo click al computer della moglie o dei figli, o di mettere in comune sui Pc di casa le foto delle vacanze. Dalla mezzanotte di oggi Windows 7 reinventa l'universo Windows all'insegna della connettività, della sicurezza e della semplificazione.
 
Più leggero, più veloce. soprattutto nell'accensione e nello spegnimento, e meno costoso, 7 è la risposta Microsoft alla concorrenza di Apple e di Google: una risposta centrata sull'utente e già testata da otto milioni di clienti-pilota in tutto il mondo i cui suggerimenti hanno portato ad alcune innovazioni cruciali in corso d'opera, prime tra tutte quelle all'insegna della sicurezza di Internet e dell'avvicinamento alla tecnologia del cloud computing. Windows 7 è offerto in sei versioni da 129 a 339 euro. La sua “leggerezza” gli permette di girare anche sui netbook oltre che Pc ben carrozzati. E per Microsoft questa rappresenta una grossa opportunità di business visto che in ballo ci sono milioni di mini-notebook da aggiornare (a 129 euro l'uno). Il nuovo sistema operativo, infine, consente anche di “rifare il look” ad applicazioni dell'ancora valido Xp.
Il nuovo sistema operativo nasce anche per far breccia nelle imprese. Non a caso debutta insieme a Windows Server 2008 R2 e presenta soluzioni che, spiega Pietro Scott Jovane, Amministratore delegato di Microsoft Italia "permettono di ridurre i costi e garantire alle aziende maggiore efficienza e produttività".

21 Ottobre 2009