HP: tris di new entry, Ozzie (ex Microsoft) nel cda

NOMINE

L'ex Chief software architect dell'azienda di Redmond entra nel board insieme a Jim Skinner, ex Ceo di McDonald's, e Dob Bennett ex Ceo di Liberty Media

di P.A.

Tris di new entry di alto profilo in HP, che fra gli altri ha assunto nel board of director anche Ray Ozzie, l’ex Chief software architect di Microsoft. Ozzie, considerato un guru del software, fa il suo ingresso nel board insieme ad altri due manager di peso: si tratta di Jim Skinner, ex ceo di McDonald’s e attuale chairman di Walgreen Co, e Dob Bennett, ex Ceo di Liberty Media. I nuovi ingressi ampliano il numero di membri del consiglio da 9 a 12.

I tre ingressi sono finalizzati a potenziare il know how aziendale nel settore del software e del marketing, mentre il Ceo Meg Whitman, alle prese con la crisi dei pc, è impegnata nel difficile processo di riconversione del business aziendale sul mobile.

"Non fa male avere un guru del software nel board – ha detto Brian White, analista di Topeka Capital Markets – il software sta diventando sempre più importante. E’ un’area in cui HP ha davvero bisogno di rinforzare".

Ozzie vanta una lunga carriera nell’industria dei computer, anche se la sua permanenza in Microsoft è stata relativamente breve. E’ più conosciuto in quanto creatore di Lotus Notes, un sistema di mail all’avanguardia acquisito poi da Ibm. In seguito, ha fondato il produttore di software Groove Networks, acquisito da Microsoft nel 2005. Ozzie ha lasciato Microsoft nel 2010, avendo ricoperto il ruolo di responsabile dei software dell’azienda di Redmond dal 2006 al 2010. Ozzie ha sostiutio Bill gates nel ruolo nel 2006.  
Più recentemente, Ozzie ha guidato la start up Talko, un’azienda di cloud computing da lui stesso fondata.

HP ha reso noto che Ozzie farà parte del comitato tecnologico del consiglio di amministrazione. Il consiglio di amministrazione è nel mirino da tempo, a causa di una serie di acquisizioni fortemente criticate come quella di Eds ( 14 miliardi di dollari nel 2008) e Autonomy ( 11,3 miliardi di dollari nel 2011), che hanno pesato sui bilanci dell'azienda sia in termini di perdite che di cause legali da parte degli azionisti. HP continua a cercare un nuovo presidente del consiglio di amministrazione, in sostituzione del presidente ad interim Ralph Whitworth.

Per quanto riguarda le altre due new entry, Jim Skinner è stato Ceo di McDonald’s dal 2004 al 2012. Dob Bennett è stato Ceo di Liberty Media dal 1997 al 2005, in precedenza è stato direttore finanziario dell’azienda, gestendo fra le altre cose la Ipo dell’azienda nel 2001.


 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 16 Luglio 2013

TAG: ray ozzie, hp, meg whitman, Microsoft, Jim Skinner, McDonald’s, Walgreen Co, Dob Bennett, Liberty Media, Brian White, Topeka Capital Markets, Lotus Notes, Groove Networks, Talko, Eds, Autonomy, Ralph Whitworth, Liberty Media

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store