Social network e energia nuove sfide del data center

STORAGE

Il volume dei dati nelle aziende crescerà del 650% nei prossimi cinque anni e la maggior parte sarà non strutturata, secondo la Gartner. I manager It chiamati a tenersi al passo con un quadro in continua evoluzione

di Patrizia Licata
La più grande sfida per i manager It nei prossimi anni? I data center e le tematiche legate alla loro gestione, specialmente l’uso dei social network, i costi energetici, le nuove tecnologie come la virtualizzazione e il cloud computing: a dirlo è l’analista della Gartner David Cappuccio, intervenuto a Las Vegas all’incontro annuale dedicato al settore (Gartner Data center conference).

E’ facile capire perché i data center balzino in cima alla lista dei “temi caldi”: gli esperti prevedono che i dati aziendali cresceranno del 650% nei prossimi cinque anni. Un eccezionale balzo in avanti, non solo quantitativo: l’80% dei nuovi dati sarà non strutturato. Secondo Cappuccio, i manager It devono perciò innanzitutto assicurarsi che i dati possano essere controllati e che soddisfino i requisiti di compliance, ma anche che le crescenti richieste di storage non si traducano in costi esorbitanti per l’azienda.

Cappuccio identifica 10 temi chiave da tenere d’occhio: virtualizzazione; gestione della proliferazione dei dati; costo energetico e green It; controllo delle risorse; gestione del social networking; unified communications; applicazioni mobili e wireless; densità del sistema; mashup (la possibilità delle applicazioni web 2.0 di miscelare contenuti da più sorgenti per creare servizi completamente nuovi) e portali; cloud computing (specialmente privato, ovvero all'interno del firewall aziendale).

“La crescita dei dati avrà costi altissimi se non gestita con apposite tecnologie, come la deduplicazione dei dati o la stratificazione in più livelli dello storage, che comporta l'archiviazione dei dati non strategici in sistemi meno costosi”, spiega Cappuccio.

“Gli executive It devono stare attenti anche al fenomeno dei social network come Twitter”, continua l’analista: “è un trend in crescita con cui le aziende devono fare i conti perché sia i dipendenti che i clienti stanno migrando su media sociali di ogni genere. Il punto quindi è fissare delle regole, controllare, stimolare la partecipazione e inserire una dimensione sociale anche nei siti web verso l'esterno”.

L’energia è un'altra tematica chiave. “Anche per questo le aziende migrano sempre più verso server virtuali”, nota Cappuccio. Il costo energetico di due rack di server a piena densità può infatti superare i 105.000 dollari l’anno, secondo l’analista, e ai prezzi attuali questo significa che il denaro speso per fornire energia a un x86 supererà il costo del server stesso in tre anni. Il monito per gli It manager è uno solo: tenersi al passo con un panorama in continua evoluzione.

04 Dicembre 2009