Usa, la Fcc ha ricevuto un record di 3 milioni di commenti

NET NEUTRALITY

Sono 3 milioni i commenti che hanno inondato le caselle di posta della Fcc. Via agli workshop sugli aspetti economici e legali, poi il vito. Il presidente Tom Wheeler: "La bozza delle nuove norme entro la fine dell'anno"

di Patrizia Licata

La net neutrality infiamma il dibattito negli Stati Uniti, tra addetti ai lavori ma anche nell'opinione pubblica. Dopo aver aperto le consultazioni sulle nuove regole che ha proposto sul governo di Internet e la neutralità della Rete, la Federal communications commission americana ha ricevuto un numero record - ben 3 milioni - di commenti da parte di consumatori, attivisti, aziende e avvocati. Un flusso di commenti che ha messo a dura prova anche i sistemi informatici della Fcc. La data ultima per la presentazione del feedback da parte degli interessati è stata ieri sera.

Il presidente della Fcc Tom Wheeler ha reso nota ad aprile la sua proposta per un nuovo set di regole per l'Open Internet che dovrà governare il modo in cui gli Internet service provider (Isp) gestiscono il traffico sulle loro reti. Le proposte hanno subito sollevato le critiche dei paladini della net neutrality che le hanno giudicate ben poco vicine ai principi di un web aperto e paritario, perché, in base alle regole proposte, gli Isp, pur non avendo facoltà di bloccare l'accesso degli utenti a siti e applicazioni, potrebbero farsi pagare dalle aziende che offrono contenuti, come Netflix o YouTube, per garantire loro un'erogazione rapida e senza interruzione del traffico agli utenti, purché tali accordi siano, ha detto la Fcc, “commercialmente ragionevoli". Per le associazioni in difesa dei consumatori e le aziende dei contenuti si creerebbe così un Internet a due velocità, con corsie lente e corsie veloci, contro i veri principi della neutrality.

Dalla parte dei sostenitori della neutralità della rete si è schierato anche un comico americano molto popolare, John Oliver, contribuendo a sensibilizzare sul tema l'opinione pubblica e facendo lievitare il numero di commenti approdati nelle caselle di posta elettronica o ordinaria della Fcc. Il numero di 3 milioni di commenti ricevuti è un record non solo per la Fcc ma anche per le altre agenzie governative: nelle precedenti richieste di feedback al pubblico e altre parti interessate non si è mai arrivati nemmeno a un milione e mezzo di messaggi.   

Mentre ieri si è chiusa la consultazione pubblica della Fcc non esiste una deadline formale per la Commission per fissare le nuove regole, che richiederanno, per essere approvate, il voto favorevole di almeno tre dei cinque membri della Fcc. L'agenzia ha in programma nelle prossime settimane una serie di incontri sugli aspetti tecnologici, economici e legali delle nuove regole, quindi il voto slitterà a dopo questi workshop (anch'essi aperti al pubblico e ai commenti). Wheeler ha tuttavia detto che vuole stabilire le nuove regole in maniera spedita, quindi potrebbe presentare una nuova bozza delle norme sulla net neutrality, rivista in base ai commenti ricevuti, entro la fine dell'anno.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 16 Settembre 2014

TAG: Internet, Federal communications commission, Fcc, Tom Wheeler, Internet service provider, Isp, Netflix, YouTube, John Oliver

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store