Facebook & co. le esche preferite dei cybercriminali

SICUREZZA

I pirati scelgono i social network per sferrare i loro attacchi ai Pc e ai dati degli utenti. Sophos: fondamentale l'uso di soluzioni di sicurezza da hoc

di Gian Carlo Lanzetti
La crescente diffusione dei social network, l’elevata quantità di informazioni sensibili che vengono scambiate quotidianamente sul Web e l’utilizzo di strumenti informatici per scopi sia professionali sia in ambito privato rendono sempre più importante lo sviluppo di soluzioni in grado di proteggere i dati contenuti nei Pc di milioni di utenti in tutto il mondo. Se questa rappresenta una preoccupazione per le aziende, è invece una fonte di business per le società che sviluppano prodotti e soluzioni per proteggersi da minacce più o meno complesse e la perdita di dati come.

Il mercato ci sta premiando in due modi - spiega Marco D’Elia, country manager Sophos Italia -. In primis la domanda di sicurezza è in crescita mentre la domanda IT nel suo complesso scende. La nostra strategia ci permette di crescere a un ritmo all’incirca doppio di quello del mercato, con la conseguenza di un allargamento delle nostre share a scapito di quelle della concorrenza, poiché la domanda è in larga misura di sostituzione. In Italia realizziamo, con 32 persone, un fatturato di circa 7 milioni di euro e cresciamo a un tasso di oltre il 20% l’anno”.

Il gruppo è allineato su un fatturato di 330 milioni, un cagr del 12% l’anno negli ultimi anni e dispone di un organico di 1700 persone. Conta quattro laboratori, di cui uno in Europa (a Oxford, Uk), dove una settantina di specialisti monitorano in continuo le minacce e fanno ogni giorno fino a sei aggiornamenti nei sistemi dei loro clienti. Sophos, diversamente dai competitor prima citati, si rivolge unicamente all’utenza business: in Italia i clienti sono 2500, tra cui uno dei più importanti è Finmeccanica. Il mercato è seguito da una rete di partner: quelli attivi sono circa 150 e tra questi i Key sono meno di 40 (le figure prevalenti sono quelle dei system integrator e dei reseller).

“Le particolarità della nostro offerta – sottolinea D’Elia - sono il supporto localizzato in Italia, mentre i concorrenti lo hanno decentrato all’estero, e la semplicità delle nostre console di controllo”. La società fornisce soluzioni di endpoint protection, di cifratura e di protezione tramite gateway, di fatto coprendo l’intero spettro di reazione alle minacce, sempre più sofisticate e in crescita.

Sophos segnala per esempio una decisa crescita nel numero di messaggi spazzatura tra le pagine dei social network: false ricerche e falsi questionari creati ad hoc dagli spammer sono ormai all’ordine del giorno su Facebook, mentre più recentemente è stato Twitter a generare un’ondata di panico informatico a causa della famigerata falla “onMouseOver”, che permetteva a messaggi pop-up e siti web esterni di aprirsi sul browser del Pc al semplice passaggio del mouse sopra il corrispondente link.

27 Ottobre 2010