Google, su Youtube l'archivio dell'Istituto Luce

L'ACCORDO

Un canale dedicato per l'intero patrimonio dell'Istituto Luce di Cinecittà che mette a disposizione 30mila video che raccontano l'evoluzione del nostro paese

di P.A.

Nella sede del Ministero per i Beni e le Attività Culturali Istituto Luce Cinecittà e Google presentano un accordo per rendere accessibile su YouTube l’immenso patrimonio audiovisivo dell’Archivio Storico del Luce. Quarant'anni di video che raccontano l’evoluzione della società attraverso la tecnologia, l’arte, il cinema, la politica e il costume, saranno da oggi consultabili sul canale YouTube di Istituto Luce Cinecittà www.youtube.com/cinecittaluce. Oltre agli storici Cinegiornali Luce (1927-1945) e Settimana Incom (1946-1964) saranno disponibili anche materiali provenienti da altri archivi digitalizzati e perfettamente conservati.

Tale è il valore storico di questi video che la Commissione Italiana Unesco ha recentemente nominato il Fondo dei cinegiornali Luce come candidato per l’inserimento nel registro Unesco “Memoria del Mondo”.

Per consentire agli utenti di YouTube di navigare in modo semplice all’interno di una mole così vasta di documenti storici, sono state realizzate apposite playlist tematiche.

Quella siglata tra Istituto Luce Cinecittà e YouTube non è solo un’importante intesa per la diffusione e la tutela della memoria storica del nostro Paese, ma anche una partnership tecnologica. Istituto Luce Cinecittà si avvale di ContentID, il sistema tecnologico gratuito per la tutela del copyright su YouTube contro la pirateria.

Dichiara Rodrigo Cipriani Foresio, presidente di Istituto Luce-Cinecittà: ”Non credo di esagerare dicendo che è una svolta storica, tecnologica e culturale: la memoria storica italiana, e degli altri paesi, a disposizione di tutti sul canale video online più diffuso al mondo. Avremo quindi la possibilità di far conoscere a livello internazionale la storia d’Italia e del suo cinema, valorizzando il patrimonio dell'Archivio Luce Cinecittà insieme a Google, che ci ha accolto con grande entusiasmo. Credo che questo sia un bell’esempio di come si possa rendere la cultura davvero accessibile a tutti, soprattutto ai giovani. Bisogna essere intelligenti e aperti alla modernità trovando le formule giuste per adempiere alla nostra missione istituzionale: promuovere la storia e il cinema italiano. Spero che questa iniziativa possa essere un modello per il mondo dell’archivistica e per una migliore fruizione del patrimonio culturale italiano. L’istituzione deve essere un aggregatore di energie e un facilitatore all’innovazione”.  

"Da tempo Google dedica risorse e strumenti tecnologici per fare di Internet un mezzo di tutela e diffusione del patrimonio storico, artistico e culturale mondiale - dice Carlo d’Asaro Biondo, Presidente Seemea di Google. “Grazie a questo accordo potremo contribuire a preservare e tramandare la storia e la cultura cinematografica italiana alle generazioni future, un valore che non possiamo permetterci di perdere nel tempo e che come Google siamo orgogliosi di contribuire a tutelare.”
 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 05 Luglio 2012

TAG: google, youtube, cinecittà, istituto luce, Rodrigo Cipriani Foresio, Carlo d’Asaro Biondo

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store