"Idee al futuro": premiati i progetti Emepolis e OmniaCode

ACCENTURE

Proclamati oggi i vincitori del concorso Idee al Futuro, il progetto per l’Abruzzo realizzato da Accenture dedicato ai ragazzi del 4° e 5° anno delle scuole secondarie superiori abruzzesi, per dare voce alle loro idee innovative e offrire l’opportunità di contribuire al futuro del loro territorio attraverso l’utilizzo consapevole e intelligente delle nuove tecnologie. Vincitrici del concorso sono risultate proprio quelle idee che pongono al centro l’innovazione nel rapporto tra cittadini e Pubblica amministrazione.

Il progetto Idee al Futuro è stato realizzato grazie alla sinergia con la Fondazione Italiana Accenture e l’Associazione degli Alumni Accenture ed in collaborazione con l’Università dell’Aquila.
Primo classificato della categoria team è il Progetto “Emepolis la mia città” - realizzato da Carlotta Candeloro, Julia D’Antonio, Stefania Matricardi, Veronica Pagliaro, Herida Troka dell’Istituto Tecnico Statale Aterno di Pescara - è un portale che diventa punto di incontro di segnalazioni dei cittadini e risposte dell’amministrazione attraverso l’utilizzo di Smartphone e social network, con l’obiettivo di favorire la partecipazione di tutti alla "gestione" della propria città, responsabilizzare la classe dirigente e politica e aiutare l'opinione pubblica a valutare l'efficienza dell’amministrazione. Il progetto è stato premiato per il ruolo che hanno le tecnologie, quale strumento democratico che aiuta a migliorare il rapporto con le istituzioni.

Medaglia d’oro della categoria singoli è invece Emanuele Guardiani, studente aquilano, che ha presentato il progetto OminiaCode -Realtà aumentata senza bisogno di localizzazione, che permette, a chiunque sia dotato di uno smartphone di ultima generazione, di conoscere informazioni e approfondimenti nei luoghi in cui il sistema è stato adottato. Tramite un QRCode gli utenti possono accedere a diverse informazioni e conoscere così le peculiarità del luogo: dalle informazioni sui trasporti locali, all’enogastronomia, ai monumenti di interesse storico artistico.

18 Marzo 2011