Agenda digitale, ecco il testo pubblicato in Gazzetta

CRESCITA 2.0

Il piano telematico diventa legge: start up, banda larga, e-gov, sanità e scuola digitale le chiavi di volta. No allo spoil system per il direttore dell'Agenzia digitale

di F.Me.

IL TESTO IN GAZZETTA UFFICIALE (SCARICA QUI)

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge Crescita 2.0 contenente i provvedimenti sull'Agenda digitale. In un comma inserito all'ultimo minuto nel dl si prevede che futuro sia esonerato dallo spoil system ovvero la nomina non decadrà con la fine della legislatura.

Ecco nel dettaglio cosa prevede il testo:

Agenda Digitale Italiana. Vengono recepiti nel nostro ordinamento i princìpi dell’Agenda Digitale Europea. Ogni anno, il Governo presenterà al Parlamento una relazione aggiornata sull’attuazione dell’agenda digitale italiana.

Documento digitale unificato - I cittadini potranno dotarsi gratuitamente di un unico documento elettronico, che consentirà di accedere più facilmente a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione.

Anagrafe unificata. Viene istituita l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), un centro unico di gestione dati che subentrerà all’Indice Nazionale delle Anagrafi (INA) e all’Anagrafe della popolazione italiana residente all’estero (AIRE).

Domicilio digitale del cittadino e obbligo di PEC per le imprese. Dal 1 gennaio 2013, ogni cittadino potrà scegliere di comunicare con la pubblica amministrazione esclusivamente tramite un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) che costituirà il domicilio digitale del cittadino.

Amministrazione digitale: I dati e le informazioni forniti dalla pubblica amministrazione dovranno essere obbligatoriamente pubblicati in formato aperto (open data).

Biglietti di viaggio elettronici e sistemi di trasporto intelligente. Le amministrazioni titolari di servizi di Trasporto Pubblico Locale promuovono l’adozione di sistemi di bigliettazione elettronica interoperabili, così da ridurre i costi connessi all’emissione dei titoli di viaggio.

Procedure digitali per acquisto di beni e servizi. Tutte le procedure per l’acquisto di beni e servizi da parte delle PA dovranno essere svolte esclusivamente per via telematica.

Trasmissione obbligatoria di documenti per via telematica. Le comunicazioni tra diverse amministrazioni pubbliche, così come tra PA e privati, dovranno avvenire esclusivamente per via telematica.

Servizi e innovazioni per favorire l’Istruzione digitale:  fascicolo elettronico per gli studenti universitari e semplificazione di procedure in materia di università. A partire dall’anno scolastico 2013-2014, nelle scuole sarà progressivamente possibile adottare libri di testo in versione esclusivamente digitale, oppure abbinata alla versione cartacea.

Misure per la Sanità digitale: fascicolo sanitario elettronico, cartella e prescrizione medica digitali.

Azzeramento del divario digitale. Viene confermato l’obbiettivo di azzerare il divario digitale, portando la connessione a almeno 2 mbps nelle zone non ancora coperte e nelle aree a fallimento d’impresa. Alle risorse rese già disponibili per il Mezzogiorno (circa 600 milioni) si aggiungono ora ulteriori 150 milioni di euro per finanziare gli interventi nelle aree del centro-nord. Vengono fortemente semplificate alcune procedure e adempimenti autorizzatori per favorire la diffusione della banda ultralarga, anche tramite wireless, e delle nuove tecnologie di connessione. Per quanto riguarda gli scavi per la posa della fibra ottica, è prevista l’esenzione della tassa per l’occupazione del suolo e del sottosuolo. Gli operatori di tlc avranno assicurato l’accesso alle parti comuni degli edifici per le operazioni di posa della fibra.

Moneta e fatturazione elettronica: E’ introdotto l’obbligo per le amministrazioni pubbliche, così come per gli operatori che erogano o gestiscono servizi pubblici, di accettare pagamenti in formato elettronico, a prescindere dall’importo della singola transazione.

Giustizia digitale: Vengono introdotte disposizioni per snellire modi e tempi delle comunicazioni e notificazioni in modo da rendere più efficienti i servizi in ambito giudiziario tra cittadini e imprese. In particolare, nei procedimenti civili tutte le comunicazioni e notificazioni a cura delle cancellerie o delle segreterie degli uffici giudiziari verranno effettuate esclusivamente per via telematica, quando il destinatario è munito di un indirizzo di posta elettronica certificata risultante da pubblici elenchi ovvero quando la parte costituita in giudizio personalmente abbia indicato l’indirizzo di posta elettronica certificata al quale ricevere le comunicazioni e notificazioni relative al procedimento. La stessa procedura è prevista per le notificazioni a persona diversa dall’imputato, nell’ambito dei processi penali.

Comunità intelligenti. L’art 20 disegna l’architettura tecnica, di governo e di processo per la gestione delle comunità intelligenti e dei servizi e dati da queste prodotte.

Start up. Le misure introducono per la prima volta nel panorama legislativo italiano un quadro di riferimento organico per favorire la nascita e la crescita di nuove imprese innovative (startup).  Si è stabilito pertanto che per gli anni 2013, 2014 e 2015 è consentito alle persone fisiche e giuridiche rispettivamente di detrarre o dedurre dal proprio reddito imponibile una parte delle somme investite in imprese startup innovative, sia direttamente che attraverso fondi specializzati.

Credito di imposta al 50% per la realizzazione di nuove infrastrutture. Viene introdotto un credito di imposta come contributo pubblico alla realizzazione di opere strategiche e di importo superiore a 500 milioni di euro, che potranno in questo modo raggiungere l’equilibrio finanziario altrimenti non conseguibile. Il credito potrà arrivare fino al limite massimo del 50% a valere sull’Ires e sull’Irap in relazione alla costruzione e gestione dell’opera. La disposizione è valida fino al 31 dicembre 2015. I

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 19 Ottobre 2012

TAG: agenda digitale, gazzetta ufficiale, crescita 2.0

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store