Agenda digitale, la Camera accusa: "Ritardi paurosi"

LO STUDIO

Il servizio studi del dipartimento Trasporti pubblica un documento con le azioni portate a termine e quelle al palo: su 55 provvedimenti previsti ne sono stati emanati solo 17. I revisori dei conti di Agid: "Troppe inefficienze nell'Agenzia"

di Federica Meta

L’Agenda Digitale? In pauroso ritardo. A mettere nero su bianco l'analisi impietoso uno studio condotto dal servizio studi del dipartimento dei Trasporti del Camera. Il report che monitora l’attuazione dei provvedimenti previsti dai decreti legge “Crescita” “Crescita 2.0″, “del Fare”, è una doccia fredda: nell’ultimo anno, dei 55 adempimenti previsti, ne sono stati assolti appena 17 (meno di un terzo). Tra i 38 non emanati, il 55% aveva una scadenza i 45 e i 60, ampiamente disattesa.

A saltare subito all’occhio la mancanza di provvedimenti che regolano alcuni progetti chiave dall’Agenda digitale: dall’invio di certificati medici e delle ricette mediche in formato elettronico, ai pagamenti elettronici e alla semplificazione delle regole per la registrazione delle sim dei cellulari.

Le mancanze riguardano anche la trasparenza: non c'è nessun provvedimento relativo all’assenza di azioni ad hoc per lo sviluppo degli open data è stata emanata.   Meglio sul versante anagrafe nazionale, uno dei pilastri del piano Caio dove sono stati emanati alcuni decreti necessari alla partenza.

Complessivamente il servizio studi rileva che  “non si è mai fatto ricorso alla procedure di legge in base alle quali per l’adozione dei provvedimenti attuativi previsti” è possibile semplicemente “su proposta del Presidente del consiglio dei ministri anche senza il concerto coi ministri competenti”.

Intanto i revisori dei conti di Agid, in un verbale inviato alla Corte dei Conti, spiegano che le inefficienze dell’Agenzia dipendono non solo alla mancata definizione dei decreti attuativi, ma anche alla governance. Si punta il dito sull’inquadramento delle risorse umane dell’Agid, ad oggi ancora non concluso, all’assegnazione di incarichi diretti di dirigente e all’affidamento diretto di servizi senza gara non in linea con le leggi. Un esempio è la convenzione con Consip per “attività di supporto in tema di acquisizione di beni e servizi informatici e telematici” per un milione e mezzo di euro. Secondo i revisori è illegale.

Di seguito tutti i provvedimenti relativi all’Agenda non ancora emanati e censiti dalla Camera:

Relazione annuale governativa alle Commissioni parlamentari competenti sullo stato di attuazione dell’Agenda Digitale italiana;

Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, o del Ministro delegato, per la riorganizzazione delle strutture della Presidenza del Consiglio conseguentemente all’istituzione dell’Agenzia per l’Italia digitale;

Regolamento adottato ai sensi dell'articolo 17, comma 1, lettera a), della legge n. 400/1988 (D.P.R.), su proposta del Ministro dell'interno, di concerto con il Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione, per apportare al regolamento anagrafico della popolazione residente (di cui al D.P.R. n. 223/1989), le modifiche necessarie per adeguarne la disciplina alla istituzione dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente;

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione, del Ministro dell'economia e delle finanze, sentiti il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti e l'ISTAT, previa intesa con la Conferenza unificata per stabilire i tempi di realizzazione del censimento della popolazione e delle abitazioni per stabilire i contenuti dell'Archivio nazionale dei numeri civici delle strade urbane (ANNCSU);

Regolamento ai sensi dell'articolo 17, comma 2, della legge n. 400/1988 (D.P.R.) su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione, con il Ministro dell'economia e delle finanze e con il Ministro dello sviluppo economico, previa intesa con la Conferenza unificata, e sentito il Garante per la protezione dei dati personali per la revisione del decreto legislativo n. 322 del 1989 e il complessivo riordino del Sistema Statistico Nazionale;

Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti e del Ministro delegato per l'innovazione tecnologica, sentita la Conferenza unificata, per l'adozione di le regole tecniche necessarie all’adozione dei sistemi di bigliettazione elettronica nel trasporto pubblico locale;

Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti di concerto con i Ministri dell'interno e dell'economia e delle finanze per definire le modalità per la trasmissione elettronica dei dati di cui ai formulari FAL con l'implementazione dell'interfaccia unica costituita dal sistema PMIS assicurando l'interoperabilità dei dati immessi nel sistema PMIS con il Safe Sea Net e con il Sistema informativo delle dogane (semplificazione delle procedure amministrative per le navi in arrivo e in partenza);

Il Presidente del Consiglio o il Ministro delegato per l'innovazione tecnologica riferisce annualmente al Parlamento sullo stato di attuazione delle disposizioni dell’articolo 52 del Codice dell’Amministrazione digitale (Accesso telematico e riutilizzo dei dati delle pubbliche amministrazioni);

Decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, di concerto con il Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione, con il Ministro dell'economia e delle finanze e con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali per la parte che attiene le attribuzioni dell’INPS, per la definizione delle modalità di gestione, esclusivamente con modalità informatiche, a decorrere dal 1° marzo 2013, dei procedimenti relativi allo stato giuridico ed economico del rapporto di lavoro del personale del comparto Scuola;

Decreti dirigenziali dell’Amministrazione dei monopoli di Stato (ora Agenzia delle dogane e dei monopoli) - per assicurare maggiori entrate in misura non inferiore a 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2013, 2014 e 2015 mediante incremento della misura del prelievo erariale unico in materia di giochi pubblici, nonché della percentuale del compenso per le attività di gestione ovvero per quella dei punti vendita, ai fini di copertura finanziaria del credito d’imposta per promuovere l’offerta on line di opere d’ingegno;

Decreto del Ministro della salute e del Ministro delegato per l’innovazione tecnologica, di concerto con i ministri interessati per la definizione del fascicolo sanitario elettronico;

Decreto del Ministro della salute, di concerto con il Ministro dell’economia e d’intesa con la Conferenza permanente Stato-regioni, per l’attuazione della disposizione in materia di validità, dal 1° gennaio 2014, delle prescrizioni farmaceutiche generate in formato elettronico;

Provvedimento dirigenziale del Ministero dell’economia, da pubblicarsi sulla “Gazzetta Ufficiale” per l’integrazione, dal 1° gennaio 2014, del sistema per la tracciabilità dei farmaci erogati dal SSN basato su fustelle cartacee con un sistema basato su tecnologie digitali, ai fini del rimborso delle quote a carico del SSN;

Decreto dirigenziale del Ministero dell’ambiente di approvazione delle linee guida elaborate da ISPRA e ARPA/APPA in materia di misurazione e di rilevamento dei livelli di esposizione ai campi elettromagnetici;

Provvedimenti del Ministro dello sviluppo economico per l’attuazione del comma 1 che assicura al Senato della Repubblica e alla Camera dei deputati a titolo gratuito la funzione trasmissiva al fine di garantire la trasparenza e l'accessibilità dei lavori parlamentari su tutto il territorio nazionale nel nuovo sistema universale digitale;

Decreto del Ministero dell'economia e delle finanze per definire i micro-pagamenti in relazione al volume complessivo del contratto e adeguare le norme relative alle procedure dei pagamenti elettronici alle pubbliche amministrazioni;

Decreto interministeriale (Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, con il Ministro della pubblica amministrazione e la semplificazione e con il Ministro delegato all'innovazione tecnologica) per disciplinare l'ampliamento delle modalità di pagamento anche mediante l'utilizzo di tecnologie mobili;

Decreto del Ministro della giustizia, per l’adeguamento delle regole tecniche in materia di applicazione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione al processo civile di cui al decreto legislativo n. 44/2011;

Decreto del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, che definisce le linee guida per promuovere la diffusione degli acquisti pubblici innovativi e degli appalti precommerciali presso le amministrazioni aggiudicatrici, le imprese pubbliche e gli altri enti e soggetti aggiudicatori ai sensi del Codice dei contratti pubblici;

Deliberazione dell'Agenzia per l'Italia digitale, sentito il Comitato tecnico delle comunità intelligenti per l’istituzione della piattaforma nazionale delle comunità intelligenti e delle relative componenti;

 


/upload/images/03_2014/140314160608.pdf

©RIPRODUZIONE RISERVATA 14 Marzo 2014

TAG: agenda digitale, camera deputati, servizio studi diperatimenti trasporti, agenzia italia digitale, revisori conti, corte dei conti

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store