Mattarella: "Garantire la Costituzione significa colmare il divario digitale"

IL DISCORSO

Nel discorso di insediamento il neo presidente della Repubblica evidenzia l'importanza delle nuove tecnologie: "Così si promuovono cultura ed eccellenza". Riflettori anche sulla PA digitale: "Rispondere alle richieste di trasparenza ed efficienza che arrivano dai cittadini"

di F.Me.

Garantire la Costituzione anche utilizzando le nuove tecnologie e colmando il divario digitale. Nel suo discorso di insediamento, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha sottolineato il valore della Costituzione, elencando 15 significati di "garantire la Costituzione".

"Garantire la Costituzione significa garantire il diritto allo studio dei nostri ragazzi in una scuola moderna in ambienti sicuri, garantire il loro diritto al futuro - ha detto il capo dello Stato - Significa riconoscere e rendere effettivo il diritto al lavoro. Significa promuovere la cultura diffusa e la ricerca di eccellenza, anche utilizzando le nuove tecnologie e superando il divario digitale. Significa amare i nostri tesori ambientali e artistici. Significa ripudiare la guerra e promuovere la pace. Significa garantire i diritti dei malati. Significa che ciascuno concorra, con lealtà, alle spese della comunità nazionale. Significa che si possa ottenere giustizia in tempi rapidi. Significa fare in modo che le donne non debbano avere paura di violenze e discriminazioni. Significa rimuovere ogni barriera che limiti i diritti delle persone con disabilità".

"Significa sostenere la famiglia, risorsa della società - ha proseguito Mattarella - Significa garantire l'autonomia ed il pluralismo dell'informazione, presidio di democrazia. Significa ricordare la Resistenza e il sacrificio di tanti che settanta anni fa liberarono l'Italia dal nazifascismo. Significa libertaà. Libertà come pieno sviluppo dei diritti civili, nella sfera sociale come in quella economica, nella sfera personale e affettiva. Garantire la Costituzione significa affermare e diffondere un senso forte della legalità".

Prima del divario digitale, Mattarella ha anche parlato di trasparenza e di digitalizzazione dell'apparato statale: "Penso alla Pubblica amministrazione che possiede competenze di valore ma che deve declinare i principi costituzionali, adeguandosi alle possibilità offerte dalle nuove tecnologie e alle sensibilità dei cittadini, che chiedono partecipazione, trasparenza, semplicità degli adempimenti, coerenza nelle decisioni".

©RIPRODUZIONE RISERVATA 03 Febbraio 2015

TAG: sergio mattarella, divario digitale, nuove tecnologie, insediamento, presidente della repubblica

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store