La gestione dei detenuti diventa digitale

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria sceglie la suite Documentum di Emc per supportare la digitalizzazione della gestione delle informazioni

di Davide Lombardi
Prosegue la digitalizzazione del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (Dap) del Ministero della Giustizia. Il Dipartimento ha scelto la suite Documentum di Emc per migliorare la gestione delle informazioni e l’efficienza dei processi.

Il Dap si occupa della gestione dei detenuti e dei soggetti affidati a misure alternative, delle strutture che li accolgono e della macchina amministrativa necessaria al funzionamento di questi ambiti. Il sistema informativo del Dap, nato nel 1970, si è profondamente rinnovato nel 2001 con l’adozione del Protocollo informatico, grazie al quale riesce ad ottimizzare e velocizzare il processo, riducendo gli errori di classificazione dei documenti ed eliminando i registri cartacei interni. Il sistema informatico permette infatti di condividere e ricercare le informazioni attraverso tutta la struttura, velocizzando notevolmente i tempi di ricerca.

Allo studio anche il progetto del Fascicolo Elettronico del Detenuto. Oggi per ogni detenuto viene aperto un fascicolo personale gestito sia a livello centrale che da ogni struttura penitenziaria, e a ogni trasferimento il fascicolo viene riprodotto. Obiettivo del progetto è arrivare alla digitalizzazione di un unico dossier del detenuto, per facilitarne la gestione. Sarà dunque creato un archivio digitale di tutti i documenti riferibili ad un soggetto: impronte digitali, foto segnaletiche, documenti di identificazione, provvedimenti dell’autorità giudiziaria.

“La conservazione di questi dati in un centro unico di raccolta, cui si potrà accedere sia per fini amministrativi di gestione penitenziaria che per attività investigative - spiega Ferdinando Mulas, Direttore dell’Ufficio per lo sviluppo e la gestione del sistema informativo automatizzato del Dipartimento -, consentirà, per esempio, di rispondere meglio alle sempre maggiori richieste della Direzione Nazionale Antimafia per ottenere informazioni rapide, flessibili e complete, e alle necessità di integrazione con la banca dati delle misure cautelari personali di prossima attivazione”. Massimiliano Grassi, Marketing Manager Content Management & Archiving di Emc: “Ancora una volta Emc Documentum riveste un ruolo fondamentale in un processo di pubblica utilità, destinato in questo caso ad impattare positivamente su efficacia ed efficienza di una realtà complessa quale l’amministrazione penitenziaria”.

16 Febbraio 2010