Il sindaco spegne il wi-fi a scuola: "Fa male alla salute"

IL CASO

A Borgofranco, centro di 3mila abitanti vicino a Ivrea, il primo cittadino Livio Tola vieta la connessione senza fili: "Abbiamo appreso da alcuni studi la possibile pericolosità delle onde elettromagnetiche. Aule connesse via cavo"

di A.S.

Niente wi-fi nelle scuole elementari e medie di Borgofranco d’Ivrea, centro di 3mila abitanti a nord della città piemontese. A decidere di vietare la connessione senza fili al web è stato il sindaco,  Livio Tola, eletto con la lista civica "Insieme per Borgofranco": “Una scelta presa e condivisa da tutta la maggioranza - sottolinea il primo cittadino - dopo aver appreso da alcuni studi la possibile pericolosità per la salute pubblica delle onde elettromagnetiche generate con la connessione attraverso il wi-fi".
"Abbiamo cablato le aule - prosegue il sindaco - Internet non è stato eliminato. Anzi, nelle aule è rimasta la connessione alla rete. Quindi l'attività didattica non sarà preclusa".

"Una iniziativa, quella di eliminare il wi-fi, - continua Tola - che è già stata adottata in alcune scuole in Germania e Francia in attesa di capire la reale pericolosità o meno. Ben inteso: se gli studi più approfonditi assicureranno la non pericolosità, io sarò il primo a esserne felice e a ripristinare la connessione”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 08 Gennaio 2016

TAG: Borgofranco, Ivrea, Livio Tola, Movimento 5 Stelle, wi-fi

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store