Nuovo centro R&D a Mumbai

NAVTEQ

Navteq, specializzato nella fornitura di dati cartografici digitali, dati di traffico e contenuti per la navigazione stradale, la localizzazione e i servizi pubblicitari mobili, ha annunciato l’ampliamento della rete dei centri di ricerca e sviluppo presenti nel mondo con l’aggiunta delle operazioni di Mumbai, in India.

Il centro R&D di Mumbai occuperà 150 ricercatori e contribuirà a migliorare significativamente le attività di ricerca e sviluppo Navteq a supporto dello sviluppo di mappe e contenuti, nonché del portafoglio prodotti globali Navteq.
Il centro di Mumbai va ad arricchire la schiera di centri R&D Navteq già presenti nel mondo e situati rispettivamente negli Stati Uniti, in Germania, Regno Unito, Corea, Bosnia e Slovacchia.
 
Gli sforzi volti ad ampliare le attività di ricerca e sviluppo Navteq in India sono iniziati nel gennaio 2008 con il centro originario che ha raggiunto la piena capacità all’inizio di quest’anno. Il nuovo centro di ricerca e sviluppo si trova vicino all’aeroporto internazionale di Mumbai e al centro di produzione Dmo (Digital Mapping Operations) Navteq a Mumbai.
 
“A livello strategico, l’India è molto importante per Navteq, per svariati motivi - afferma Larry Kaplan, Presidente e Ceo di Navteq -. Questo paese rappresenta un mercato molto interessante per i nostri clienti, come testimonia anche l’ampliamento del nostro portafoglio prodotti per l’India. Allo stesso tempo riteniamo che le operazioni di R&D e produzione in India siano cruciali nell’ambito degli sforzi della compagnia a livello globale per offrire ai clienti contenuti basati sulla localizzazione innovativi e di alta qualità”.
 
“I talenti indiani nel campo della tecnologia che continueranno ad essere coltivati nell’ambito delle istituzioni accademiche del paese sono al centro dei nostri progetti di espansione nel campo della ricerca e sviluppo - spiega Amreesh Modi, vice presidente esecutivo e responsabile di ricerca e sviluppo a Navteq -. Il centro R&D di Mumbai è destinato ad avere un ruolo importante nello sviluppo dei nostri prodotti end-to-end, con ripercussioni positive sull’architettura, la progettazione e implementazione del software fino alla consegna ai nostri clienti”.

10 Dicembre 2010