Vodafone, 500 licenziamenti in Germania

LA MANOVRA

Le mansioni It, tecnologie di rete e customer service saranno affidate in outsourcing in India e Romania entro il 2015. Sulla decisione pesano la concorrenza serrata del mercato telecom e gli alti salari tedeschi

di Patrizia Licata

Vodafone Germany licenzia 500 persone in Germania e esternalizza in India e Romania. La manovra si concluderà nel 2015 ed è ovviamente disegnata per ridurre i costi, visto che sui mercati emergenti si può assumere personale a costi più competitivi.

La notizia viene riportata dalla stampa tedesca, secondo cui una nota interna redatta dal Ceo della divisione tedesca di Vodafone, Jens Schulte-Bockum, descrive i prossimi piani per rendere l'azienda più competitiva e indica che Vodafone non può più permettersi di pagare salari alti in un ambiente operativo così difficile come il mercato europeo delle telecomunicazioni, dove la concorrenza è sempre più serrata e i margini di guadagno si assottigliano.

"Questa manovra ci mette in grado di affrontare al meglio il futuro”, si legge nella nota. Schulte-Bockum aggiunge: “I salari d’ingresso in Germania sono troppo alti in rapporto al tasso di crescita del mercato telecom". Le posizioni toccate dai licenziamenti saranno, in parte, compensate dalle nuove assunzioni in Romania e India dove saranno trasferite le operazioni IT, le tecnologie di rete e il customer service.

Un portavoce di Vodafone ha confermato all’agenzia Reuters che il piano di outsourcing sarà completato in due anni, ma Bloomberg sostiene che nella lettera del Ceo non si definisce un numero esatto di posti di lavoro che saranno eliminati in Germania. Si dice tuttavia che "La pressione commerciale si sta intensificando" e che la normativa di settore “impedisce gli investimenti da anni”.

Il Ceo sembra riferirsi in particolare alla feroce concorrenza di T-Mobile, divisione di Deutsche Telekom che ha lanciato offerte low-price per il mercato smartphone, e alle nuove regole che hanno abbassato le tariffe che gli operatori mobili possono esigere per le chiamate dalle reti concorrenti. 

E forse l’ostilità dell’ambiente regolatorio sembra infastidire Vodafone Germany molto più degli alti livelli dei salari. Infatti, la filiale australiana del colosso britannico ha annunciato lo scorso mese un progetto di segno opposto: assumerà 750 persone nel call center della Tasmania, riducendo il peso di quello in India. Il Ceo di Vodafone Australia, Bill Morrow, ha spiegato che in questo modo cercherà di rilanciare il brand della società, tornando a creare valore anche sui mercati cosiddetti maturi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 16 Aprile 2013

TAG: Vodafone Germany, Germania, India, Romania, Ceo, Jens Schulte-Bockum, Vodafone, Reuters, Bloomberg, T-Mobile, Deutsche Telekom, Tasmania, Vodafone Australia, Bill Morrow

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store