L'altolà della Lorenzin all'e-book

TRIPWIRE

La decisione di cassare l'e-book per non "rovinare" case editrici e lobby della carta ha visto protagonista nella passata legislatura l'attuale ministro della Salute. La domanda è: "ostacolerà" anche l'innovazione in sanità?

di Piero Laporta

Scrivemmo:“La forte prevenzione sui libri di testi digitali frena l’innovazione in Italia”. Presumevo che il ritardo fosse causato da omissioni, ignoranza o negligenza. Non è così. Si tratta di una precisa scelta politica, dovuta a colei che oggi è divenuta ministro della Sanità, Beatrice Lorenzin. Ascoltiamola: “Un giorno mi chiama Gabriele e mi dice: guarda Beatrice nel ‘decreto crescita’ al Senato c’è un’accelerazione della digitalizzazione del mondo della scuola, per l’adozione non dei libri cartacei ma dei libri digitali. Lui mi spiega che nel giro di poche settimane non solo avrebbero collassato le case editrici, con migliaia e migliaia di lavoratori, inoltre non tutti i bambini avrebbero potuto permettersi il supporto tecnologico, cioè l’i-Pad (sic!), col problema della lettura di stare sempre davanti a un pc (sic!), quindi insieme abbiamo proposto una serie di soluzioni…” Quali soluzioni? L’e-book non entra in aula. Tutto documentato qui http://www.pierolaporta.it/nebbie.

Il filmato ce lo ha segnalato Fabrizio Bartolomucci, un esperto di IT, presente mentre la Lorenzin esternava sulla questione. Le braccia cascano letteralmente al 45° minuto del filmato, quando Bartolomucci fa osservare che la decisione di cassare l’e-book dalla scuola, in ossequio alla proposta della lobby degli editori, doveva essere comunicata sui siti istituzionali e su quello della stessa Lorenzin, oltre che, aggiungo io, al presidente del Senato e ai senatori. La questione posta da Bartolomucci, assolutamente centrale, anche per la trasparenza del rapporto fra politica e lobby viene elusa. Il ministro Lorenzin si regolerà allo stesso modo per l’innovazione nella Sanità?  

©RIPRODUZIONE RISERVATA 06 Maggio 2013

TAG: e-book, beatrice lorenzin

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store