Interferenze Tv, la Croazia striglia l'Italia

FREQUENZE

Hakom, l'Agcom di Zagabria, chiede al ministero di risolvere il problema dei disturbi al segnale di ricezione del digitale terrestre: è provocato dagli impianti italiani che trasmettono in violazione dei trattati internazionali

di Paolo Anastasio

La Croazia striglia l'Italia per il perdurare delle interferenze prodotte dai ripetitori italiani sul segnale di ricezione della tv digitale terrestre in Istria. L'appello per un pronto intervento anti-interferenze arriva dall'Hakom, l'autorità croata garante delle comunicazioni, che in una nota chiede "al ministero competente sulla gestione dello spettro radio (dipartimento delle Comunicazioni, ndr) di prendere i dovuti provvedimenti", per ripristinare e garantire la qualità di ricezione dei programmi televisivi croati in Istria. 

L’Hakom rende noto, inoltre, di essere stata informata dalle autorità italiane su una serie di provvedimenti e misure adottate, che dovrebbero portare all'eliminazione del disturbo. In particolare, alcuni trasmettitori sono stati del tutto spenti nel Nord Italia, mentre altri sono stati modificati per ridurre la potenza del segnale ed evitare interferenze al di là dell'Adriatico. Ma secondo l'Hakom, che prende atto degli sforzi fatti dal nostro paese, le interferenze dall'Italia permangono. 

Hakom ricorda infine che un cospicuo numero di impianti di trasmissione italiani continuano a trasmettere su frequenze assegnate alla Repubblica Croata, in violazione ai trattati internazionali in materia.

Il problema delle interferenze italiane in Croazia nasce nel 2010, con l'inizio della transizione al digitale terrestre. Soltanto nel 2012 l'Hakom ha inviato 196 segnalazioni alle autorità italiane, per segnalare interferenze al segnale tv. Ora l'Autorità di Zagabria teme che, senza interventi consoni, con l'arrivo della bella stagione, periodo dell'anno favorevole per la propagazione delle onde elettromagnetiche, l'impatto delle interferenze dall'Italia possa aumentare e propagarsi lungo tutta la costa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA 10 Maggio 2013

TAG: hakom, croazia, interferenze, istria

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store