FreeLuna, a Milano il wi-fi sbarca in edicola

IL DEBUTTO

Parte oggi il servizio wireless fornito dalla trentina Futur3 in collaborazione con Snag (Sindacato nazionale autonomo giornalai) e Rotopubblicità

Il wi-fi sbarca in edicola a Milano, dove da oggi è attiva la rete di accesso gratuito targato FreeLuna, il servizio fornito da Futur3, società di Trento specializzata in soluzioni di social wi-fi, che ha siglato un accordo che coinvolge anche il sindacato Snag (Sindacato nazionale autonomo giornalai) e Rotopubblicità, società che gestisce i rotor pubblicitari e della distribuzione di riviste presso le edicole.

L'obiettivo dell'iniziativa è quello di autosostenersi grazie al pool di sponsor e esercizi commerciali che decideranno di cogliere le opportunità offerte dai servizi marketing di FreeLuna. In particolare, tramite campagne mirate e promozioni, sondaggi, pubblicità di prossimità e invio di coupon sms a chi si connette alla rete.

Il servizio decolla in concomitanza con il varo da parte del Governo del "Decreto del fare", che per il wi-fi libero non prevede più la richiesta  di autenticazione degli utenti ma il semplice tracciamento della navigazione, in ossequio al principio secondo cui l'esecizio pubblico che offre il wi-fi libero è sempre responsabile di quello che avviene sulla sua rete Adsl.

La rete FreeLuna meneghina conta alcune centinaia di partner tra bar, palestre, ristornati, negozi e altre attività commerciali che hanno deciso di condividere la propria rete Adsl per i propri clienti, per un totale di 30mila utenti iscritti solo nella città di Milano, 350mila in tutta Italia per circa 4 milioni di connessioni nel 2013.

"Abbiamo sposato con convinzione il progetto Free Luna in quanto risponde a diverse esigenze in con un'unica soluzione – dice Giampiero Labò, vice presidente nazionale Snag nordovest - Ci consente in primo luogo di offrire in modo concreto un servizio ulteriore al cittadino, forse quello che maggiormente oggi richiede, garantendo al contempo un collegamento internet gratuito anche per i rivenditori aderenti. Un fattore strategico in quanto dal 2013 l'informatizzazione della categoria sarà obbligatoria, pena l'esclusione dei finanziamenti pubblici all'editoria”.

"Oggi è più che mai vitale e importante rendere l' edicola un luogo dove, anche grazie alla connettività, possano nascere sempre nuove opportunità per il cliente, oltre che per l’intera la filiera - ha detto Giorgio Grassi, amministratore delegato di Rotopubblicità - FreeLuna può offrirci questo, sistema basato su sinergia e innovazione capace di farci “tornare al Futuro di una volta”, come recita lo stesso slogan di Rotopubblicità”.

"Siamo felici di esser riusciti a portare la nostra offerta al servizio di una comunità come quella della città di Milano – dice l'amministratore delegato di Futur3 Massimiliano Mazzarella - Non è assolutamente nostra intenzione sovrapporci o essere in rivalità con il progetto del Comune che ci ospita ma, al contrario, vogliamo porci come interlocutori e lavorare in sinergia se possibile. E, perché no, federare le rispettive reti per offrire a cittadini e turisti un servizio più distribuito, semplice e completo possibile".

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 17 Giugno 2013

TAG: freeluna, futur3, snag, rotopubblicità, Giampiero Labò, giorgio grassi, massimiliano mazzarella

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store