Con Telecom Italia Future Lab un viaggio avveniristico nel digitale

TELECOM ITALIA

Il percorso interattivo dedicato all'evoluzione dell'hi-tech in mostra al Festival delle Scienze

di Davide Lombardi
Un viaggio in quello che molti chiamano futuro, ma che è già presente fra noi e ci circonda. Un viaggio in cui sperimentare le varie facce e potenzialità della rivoluzione digitale, e degli sconvolgimenti che questa può portare all’interno della nostra vita di relazione, della sicurezza, della salute, del nostro modo di lavorare, conoscere, muoverci e rispettare l’ambiente e le risorse della natura. E’ il Telecom Italia Future Lab, percorso interattivo dedicato all’evoluzione digitale, che è stato inaugurato oggi da Telecom Italia e sarà mostrato al pubblico a Roma, nei foyer dell’Auditorium Parco della Musica, dal 13 al 17 gennaio, in occasione del Festival delle Scienze.

Una serie di interazioni mostreranno tutte le evoluzioni più avveniristiche del digitale: dalla video chat in 3D ai più moderni sistemi di learning, dall’infomobilità interattiva alla digital art user generated. Nuove soluzioni per il tempo libero, come CuboVision, un accesso multimediale che permette di vedere sulla Tv di casa tutti i canali del digitale terrestre, i servizi video internet e tutti i canali delle Web Tv, oltre che richiedere film in pay per view e gestire contenuti personali come foto, video, musica. E ancora, soluzioni per la salute come MyDoctor@Home, che consente ai pazienti di misurare alcuni parametri fisiologici anche da casa e di trasmetterli attraverso un cellulare ad un centro medico, senza tralasciare la possibilità di fare inimmaginabili fino a poco tempo fa, come scrivere con la luce, fare musica spostando un oggetto su un tavolo multimediale o coltivare un orto digitale tramite un touchscreen.

Nell’ambito degli incontri del Festival, l’Ad di Telecom Italia Franco Bernabè, il fondatore di Mit MediaLab Nicholas Negroponte e il direttore di Wired Italia Riccardo Luna parteciperanno al dibattito “Dove ci porta il web?”, che si terrà il 15 gennaio alle ore 21 nella Sala Petrassi dell’Auditorium.

13 Gennaio 2010