Internet mobile, Italia seconda sul podio europeo

IL RAPPORTO

I più apprezzati, servizi e entertainment mobile. I polacchi guidano la classifica con 10 ore settimanali trascorse sul cellulare

di Patrizia Licata
Più di 71 milioni di europei usano il cellulare per accedere a Internet: gli utenti del Vecchio continente passano almeno un’ora al giorno e 6,4 ore a settimana a navigare su piattaforma mobile, secondo lo studio Mediascope Europe della European interactive advertising association (Eiaa). Quasi un quarto (24%) dei cittadini di 16-24 anni e il 21% di quelli di 25-34 anni accedono a servizi Internet mobili, dedicandovi rispettivamente 7,2 e 6,6 ore a settimana.

Non solo servizi: Internet continua a rappresentare una popolare fonte di intrattenimento per un quarto degli europei (25%), che usano il cellulare per giocare o ascoltare la radio online (25%) e per guardare film, programmi tv o video clip (32%) almeno una volta al mese. Sul totale degli utenti di cellulari con accesso a Internet, quasi il 49% dice di ricevere video, siti web o immagini sul telefonino e l’80% a sua volta inoltra agli amici i contenuti che riceve.

Internet favorisce le relazioni interpersonali: più del 71% dei navigatori del web in Europa dice di aver intensificato i contatti con amici e parenti grazie alle piattaforme online e circa il 16% usa i social network sul cellulare; un altro 16% è utente anche di servizi di messaggistica istantanea.

Infine, lo studio descrive un pubblico europeo sempre più multitasking: il 36% naviga su Internet mentre guarda la tv. Circa il 46% delle case europee è dotata di almeno un laptop e 121 milioni di europei (il 52%) usa connessioni di wireless broadband. Ma chi sono i cittadini del nostro continente che amano di più Internet in mobilità? Secondo l’Eiaa, è in Polonia che si trascorre più tempo sul mobile Internet (10,3 ore online da cellulare nella settimana-tipo) e gli italiani sono secondi (passiamo 7,9 ore sul web mobile ogni settimana). Seguono Belgio e Portogallo (7,7 ore) e Russia (7,1 ore). Interessante il caso della Turchia, dove ci sono più persone connesse a Internet da cellulare che da Pc (21% contro 20%).

03 Marzo 2010