Banda larga rurale: ecco la mappa degli interventi

DIGITAL DIVIDE

2.100 le aree coinvolte per un totale di 501 interventi sovvenzionabili pari a uno stanziamento di 154,52 milioni. Il ministro Galan: "Internet indispensabile per lo sviluppo delle economie rurali"

di Mila Fiordalisi
501 interventi sovvenzionabili, per un totale di 154,52 milioni di euro. Il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Giancarlo Galan ha annunciato la mappa delle risorse allocate nei Piani di sviluppo rurale regionali per la banda larga, a seguito dell'approvazione da parte della Commissione europea del regime d'aiuto 'Banda larga nelle aree rurali', inserito nel Piano strategico nazionale e valido fino al 31 dicembre 2015.

"Internet è ormai diventato uno strumento indispensabile per lo sviluppo delle economie delle aree rurali, oltre che per la riduzione dell'isolamento fisico e geografico delle popolazioni residenti in queste zone - sottolinea il ministro - e, contribuendo al vero tessuto connettivo della modernità, facciamo in modo che l'Europa sia un po' più unita".

Candidate alla realizzazione delle infrastrutture ottiche sono 2.100 aree appartenenti a comuni rurali, in cui i servizi a banda larga non esistono, sono insufficientemente diffusi oppure presentano una capacità di connessione qualitativamente inadeguata.

Ecco nel dettaglio la mappa degli interventi:
Abruzzo 12 interventi - 3,16 milioni
Basilicata 29 interventi -7,64 milioni
Calabria 50 interventi - 13,04 milioni
Campania 70 interventi - 18,24 milioni
Emilia Romagna 32 interventi - 8,35 milioni
Friuli Venezia Giulia 8 interventi - 2,22 milioni
Lazio 21 interventi - 5,66 milioni
Liguria 8 interventi - 2,14 milioni
Marche 15 interventi - 4,08 milioni
Molise 6 interventi - 1,79 milioni
Piemonte 30 interventi - 7,89 milioni
Puglia 5 interventi - 17,58 milioni
Sardegna 38 interventi - 11,66 milioni
Sicilia 79 interventi - 25,41 milioni
Toscana 28 interventi - 7,21 milioni
Umbria 15 interventi - 3,95 milioni
Veneto 25 interventi - 6,55 milioni

04 Maggio 2010