In Abruzzo le aziende hi-tech portano l'Ict nelle scuole

TERREMOTO

Un appello alle aziende Ict per contribuire alla realizzazione di laboratori didattici completi nelle scuole abruzzesi colpite dal sisma. A lanciarlo è la Fondazione Mondo Digitale, che dato il via al progetto "Ict per l'Abruzzo: inclusione, connessione, tecnologia”. “Sono pochi i bambini e i ragazzi che possono riprendere le lezioni scolastiche nella zona coinvolta dal sisma dello scorso 6 aprile - spiega la Fondazione in una nota -. Per molti studenti sono ancora in corso le valutazioni sull'agibilità degli istituti e al vaglio soluzioni di emergenza, come tensostrutture, per permettere la conclusione del corrente anno scolastico”. Le aule informatiche comprenderanno postazioni con caratteristiche tecniche avanzate, collegate a un sistema di rete locale e a Internet, e saranno provviste delle principali periferiche (stampanti, scanner, webcam, masterizzatore).


Nei prossimi giorni, la Fondazione Mondo Digitale prenderà accordi con le autorità locali per valutare con maggiore precisione le necessità logistiche delle scuole e coordinare il piano di intervento con le aziende e per approntano un piano per portare la scuola digitale perfino nelle tendopoli, con postazioni portatili e collegamenti Internet senza fili. Le aziende che intendono dare il loro contributo possono contattare la segreteria organizzativa della Fondazione Mondo Digitale al numero telefonico 06-42014109 o scrivere a emergenzaabruzzo@mondodigitale.org oppure e.amorelli@ mondodigitale.org.

16 Aprile 2009