Usa, Fcc: la fibra inutilizzata connetterà le scuole

ULTRA BROADBAND

Il progetto, al vaglio della commissione presieduta da Genachowski, mira a diffondere l'alfabetizzazione digitale e a creare aule ultra-moderne con connessioni veloci

di Patrizia Licata
Connessioni in fibra inutilizzate? Possono servire a scuole e biblioteche per collegarsi alla rete su banda ultra-larga. La proposta è al vaglio della Federal Communications Commission americana: il presidente Julius Genachowski ha dichiarato, in occasione di una conferenza organizzata dal gruppo no-profit Common Sense Media sul ruolo della tecnologia nell’istruzione, che l’accesso a Internet ultra-veloce nelle scuole è fondamentale “per partecipare all’economia del 21mo secolo”.

Il fondatore di Common Sense Media Jim Steyer ha lanciato l'allarme: il sistema scolastico americano è in crisi. “Siamo indietro rispetto ai grandi Paesi. Il futuro mi preoccupa”, ha aggiunto Steyer, intervistato da Bbc News: “Singapore ci supera nell’insegnamento della matematica e delle scienze e il il 50% dei ragazzi americani non ha le opportunità di istruirsi che dovrebbe in un'economia avanzata, come aule connesse a Internet e software aggiornati”.

Il forum ha messo in luce gli obiettivi che il sistema scolastico americano dovrebbe far propri per partecipare da protagonista al futuro digitale: assicurarsi che ogni ragazzo sia “digitally literate” a 14 anni; istruire anche i genitori sul valore della tecnologia e il suo utilizzo; portare ogni aula nel 21mo secolo.

La Fcc non ha lasciato che le indicazioni del convegno di Common Sense Media restassero inascoltate. Genachowski ha annunciato il progetto per mettere a disposizione delle strutture scolastiche le "dark fuibres", le reti in fibra spenta, aggirando l'Isp, come parte del programma E-Rate per connettere i giovani a Internet fuori e dentro le aule scolastiche. “L’istruzione è il cuore del sogno americano e il motore della crescita economica. L’alfabetismo digitale è vitale", ha dichiarato Genachowski. "E’ in corso una competizione globale per infrastrutture e innovazione e se gli Stati Uniti non si muovono perderanno grandi opportunità”. Ad oggi, il fondo E-Rate ha erogato più di 22 miliardi di dollari (è stato avviato nel 1998), ma connettere le scuole si è spesso rivelato un processo lento e costoso. Il nuovo piano per sfruttare le connessioni in fibra inutilizzate potrebbe segnare una svolta.

23 Settembre 2010