Vodafone, sbarca a Bruxelles il progetto 1000 Comuni

DIGITAL DIVIDE

L'Ad Bertoluzzo presenta il piano di copertura radio dedicato alle zone in digital gap alla comunità istituzionale e ai deputati europei. "Iniziativa in linea con gli obiettvi della Commissione"

di F.M.
Estendere la banda larga ad un comune al giorno, fino ad almeno mille comuni entro i prossimi tre anni. Questo l'impegno preso da Vodafone Italia col Progetto 1000 Comuni che l'amministratore delegato del gruppo, Paolo Bertoluzzo, ha presentato oggi a Bruxelles alla comunità istituzionale italiana e ai deputati europei.

Il progetto rientra in un piano di investimenti da oltre 1 miliardo di euro, con cui Vodafone Italia estenderà la copertura radio in tutta Italia. Il tema è di rilievo soprattutto per il Parlamento europeo che, proprio in queste settimane, sta discutendo su come lo spettro radio dovrà essere usato nei prossimi anni (Radio Spectrum Policy Program). Nella proposta della commissaria Ue alle tlc Neelie Kroes, ora al vaglio degli eurodeputati, si legge come le frequenze radio “dovranno essere assegnate a favore della banda larga mobile entro il 2013”. Tale assegnazione - spiega Vodafone Italia – “è uno strumento chiave per raggiungere l'obiettivo di portare internet al 100% dei cittadini europei, indicato nell'Agenda Digitale della Commissione Ue”.

Ecco allora che “il Progetto 1000 Comuni rappresenta il contributo privato di Vodafone all'Italia - afferma il gruppo - ed esempio concreto di come portare la banda larga dove non c'è. La tecnologia radio è la più adeguata ad eliminare il digital divide, perché nelle zone più isolate del Paese permette prestazioni paragonabili alla banda larga fissa, è totalmente compatibile con i più moderni e diffusi dispositivi di comunicazione sia in casa che in mobilità (smartphone, tablet), soddisfa criteri di efficienza dei costi, permette una rapida velocità di implementazione”.

Secondo dati di Vodafone, infatti, il 12% della popolazione italiana (pari a circa 7 milioni di cittadini) non ha accesso a internet a velocità sufficiente per fruire dei più moderni servizi di comunicazione elettronica (PA Digitale, Social Network, e-commerce). In particolare si può stimare che oggi ci siano circa 1.800 comuni italiani che sono privi di banda larga

08 Febbraio 2011