Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L’OPUSCOLO

Garante privacy, alt alle trappole dei social network

Vademecum per aiutare gli utenti a proteggere i propri dati con l’utilizzo delle reti sociali

07 Feb 2013

L.M.

Tutelare la privacy nell’era delle reti sociali: con questo intento è stata realizzata dal Garante per la privacy la guida “Social Network: Attenzione agli effetti collaterali”. È un agile vademecum per persone alle prime armi, ma anche utenti più esperti, pensato per aiutare chi intende entrare in un social network o chi ne fa già parte a usare questo strumento in modo consapevole.

L’opuscolo è organizzato in 4 capitoli. Nel primo, “Avviso ai naviganti”, vengono offerti spunti di riflessione sul funzionamento delle reti social e su alcuni dei principali rischi che si possono incontrare nel loro utilizzo. Per esempio si ricorda che, quando vengono inseriti dati personali, sono destinati a rimanere online per sempre, o quasi. E si mette in guardia contro la pubblicazione in rete di foto altrui che potrebbero violare la privacy degli ignari interessati.

Nel secondo capitolo, “Ti sei mai chiesto?”, si elenca la check list che ogni utente dovrebbe controllare prima di pubblicare su Internet i propri dati personali, le informazioni sulla propria vita e o su quella delle persone a lui vicine.

I suggerimenti sono differenziati per categorie: ragazzi, genitori, persone in cerca di lavoro, esperti e professionisti.

In “Consigli per un uso consapevole dei social network” è riportato il decalogo stilato dal Garante, con consigli utili per tenere sotto controllo i pericoli che si possono incontrare nell’uso dei social network. Tra questi cambiare spesso password e usare pseudonimi. Infine “Il gergo della rete” offre una spiegazione, rigorosamente non tecnica, dei termini informatici o delle espressioni gergali che si incontrano con maggiore frequenza nelle reti sociali.

L’opuscolo in formato cartaceo può essere richiesto via e-mail a: ufficiostampa@garanteprivacy.it

Argomenti trattati

Approfondimenti

G
garante privacy
S
social network