Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Riforma PA, Lanzillotta: “Nasce il manager per la transizione digitale”

Approvato in commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama un emendamento proposto dalla senatrice Pd: “Una misura importante che faciliterà i processi di innovazione”

11 Mar 2015

F.Me.

Nasce nelle pubbliche amministrazioni il manager per la transizione al digitale. Lo prevede un sub-emendamento proposto da Linda Lanzillotta (Pd) al Ddl di riforma della PA e approvato in commissione Affari Costituzionali del Senato. Il manager, alle dirette dipendenze dell’organo politico e dotato di competenze tecnologiche e organizzative, si spiega in una nota, avrà un ruolo chiave nella riforma della Pubblica amministrazione attraverso una più efficace governance del processo di digitalizzazione, cui dovrà corrispondere un cambiamento dei processi e degli assetti organizzativi.

La nuova figura sostituirà l’ufficio dirigenziale previsto dal Codice dell’amministrazione digitale che fino ad ora ha avuto un ruolo marginale. “Si tratta di una misura molto importante – rileva Lanzillotta – perché fino ad oggi la digitalizzazione nelle Pubbliche Amministrazioni, anche se prevista dalle leggi, nei fatti è stata bloccata da inerzie e resistenze burocratiche. Sarà responsabilità di ogni ministro fare in modo che nella sua amministrazione sul digitale si passi davvero dalle leggi ai fatti”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

L
linda lanzillotta
M
manager digitale

Articolo 1 di 4