Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA PARTECIPAZIONE

Elliott ritocca la quota in Tim: ora è al 9,7% del capitale

Precedentemente i fondi si attestavano al 9,5%. La comunicazione è stata resa alla Consob a seguito di modifiche nella struttura organizzativa

17 Gen 2020

Elliott ritocca la quota in Tim. I fondi del finanziere americano Paul Singer ha lievemente aumentato la partecipazione complessiva nella compagnia guidata da Luigi Gubitosi. Secondo le ultime comunicazioni di Consob, lo scorso 7 gennaio i fondi si sono complessivamente portati al 9,722% del capitale, mentre precedentemente si attestavano al 9,5347%. Più nel dettaglio, la partecipazione è ripartita tra Elliott Associates Lp (all’1,969%), The Liverpool Limited Partnership (allo 0,948%) e infine Elliott Internazional Lp (al 6,805%).

“La comunicazione – precisa la Consob – è stata resa a seguito di modifiche nella struttura organizzativa dei fondi Elliott e della riduzione, sotto il 3%, della partecipazione detenuta da Elliott Associates Lp, direttamente e indirettamente tramite la societa’ controllata The Liverpool Limites Partnership”.

Il fondo Usa si conferma il terzo maggiore azionista di Tim dopo Cdp che possiede quasi il 10% delle azioni ma non è rappresentata nel Cda; Vivendi è il primo azionista con il 23,94%, 5 posti su 15 nel board ma nessuna carica sociale. Il Canada Pension Plan detiene poco più del 3%.

EVENTO
X° edizione di Telco per l’Italia: come (ri)portare l’Italia fra i leader mondiali delle Tlc?
Telco

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

C
consob
E
elliott
T
tim
V
vivendi

Articolo 1 di 5