Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

SAMSUNG

Galaxy S4, grande attesa per il “floating touch”

Si moltiplicano le indiscrezioni sul nuovo smartphone Samsung, che sarà svelato giovedì prossimo a New York. Tra le novità l’eye tracking, per impartire comandi attraverso i movimenti oculari

11 Mar 2013

L.M.

Nuove indiscrezioni sul Galaxy S IV (o S4) di Samsung, che sarà presentato ufficialmente con un grande evento giovedì 14 marzo a New York.

SamMobile, il primo sito di notizie degli appassionati dei prodotti Samsung, ha riferito oggi che l’atteso dispositivo avrà un display “floating touch”, che consentirà agli utenti di avere il controllo sullo smartphone senza toccarlo direttamente. Per esempio facendo roteare un dito sopra un album di foto (senza alcun contatto diretto) si potrà ottenere una preview delle immagini contenute all’interno. L’altra grande novità è l’Eye Tracking, possibilità di convertire i movimenti degli occhi in veri e propri comandi.

Sempre secondo SamMobile, il nuovo smartphone dell’azienda sudcoreana avrà uno schermo Pholed, con maggiore autonomia energetica rispetto all’attuale Oled. Inoltre, stando alle indiscrezioni, il dispositivo dovrebbe essere dotato di una videocamera da 13 mega-pixel e di una nuova modalità fotografica, chiamata Samsung Orb, che cattura le immagini a 360 gradi.

Altri rumor arrivano da un forum cinese, che oggi ha divulgato presunte immagini del dispositivo: molto simile al vecchio S3 (e anche al Note II), ma con uno schermo più grande e quasi privo di bordi. La veridicità delle immagini non è stata ancora confermata, tuttavia le specifiche tecniche sono quelle che circolano già da tempo: display da 4,99 pollici Full HD, processore 8 core, 2 GB di Ram; 16/32 GB di memoria interna, fotocamera posteriore da 13 Mpixel, Android 4.2, connettività, Gsm, Wcdma, Lte, Wi-Fi, Bluetooth 4.0, Nfc.

Dalle foto si nota, infine, la scocca in plastica, nel segno dell’economicità ma anche perché permette di realizzare un dispositivo più leggero e con batteria più capiente.

Oltre all’interesse suscitato dalle novità del prodotto, a scatenare la curiosità dei fan è anche il luogo del lancio: è la prima volta in 3 anni, infatti, che Samsung fa debuttare un Galaxy negli Usa. Lo scopo, ovviamente, è imporsi sui competitor nel mercato statunitense degli smartphone, ritenuto di fondamentale importanza dagli asiatici.

Argomenti trattati

Approfondimenti

O
oled
S
Samsung

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link