Sicurezza informatica post-pandemia: la questione del fattore umano e l’importanza della formazione - CorCom

white paper

Sicurezza informatica post-pandemia: la questione del fattore umano e l’importanza della formazione

Scarica gratuitamente

Sicurezza informatica post-pandemia: la questione del fattore umano e l’importanza della formazione

SCARICA IL WHITEPAPER
file_download

In assenza di una reale consapevolezza dei lavoratori circa le minacce del mondo digitale, il passaggio forzato allo smart working ha fornito enormi opportunità alle organizzazioni cybercriminali: nel nuovo scenario, per garantire la sicurezza informatica è quindi necessario implementare un programma di Cyber Security Awareness

08 Gennaio 2021

di Redazione

La grande maggioranza degli attacchi alla sicurezza informatica, tradizionalmente, ha una matrice umana riconducibile a un’azione non corretta da parte di un utente. Questo fattore è stato reso ancora più vulnerabile dall’effetto pandemico: i criminali informatici si sono concentrati sempre di più su attacchi rivolti agli individui, i quali a causa del massiccio ricorso allo smart working si sono rilevati molto più vulnerabili di quanto le relative aziende avessero immaginato.

Sembra ormai evidente che il fenomeno del lavoro da remoto sia destinato a sopravvivere in forma strutturale, anche oltre la pandemia. Per gli hacker, a differenza che per la maggior parte degli utenti, operare in smart working rappresenta la normalità e non l’eccezione. Stando così le cose, l’unico modo per ricreare una simmetria tra attaccanti e difensori, è quello di investire su programmi efficaci e innovativi di Cyber Security Awareness, in grado di incidere sui comportamenti umani e trasformare gli utenti nei primi veri difensori della sicurezza informatica aziendale.

Questo white paper, fornito da CyberGruru, spiega quali sono i passi da seguire per investire sul fattore umano con l’obiettivo di aumentare la resistenza dell’ organizzazione agli attacchi informatici. Potrete capire meglio quali sono:

  • le tecniche di attacco più utilizzate e le aree più critiche della sfera digitale negli ultimi mesi
  • i principali errori comportamentali commessi oggi dagli utenti digitali
  • gli step da seguire per costruire una piattaforma efficace di Cyber Security Awareness
  • la quota di tempo accettabile da dedicare a questo tipo di formazione
  • il più potente tra gli elementi che generano coinvolgimento nella formazione aziendale
  • le percezioni errate più diffuse sul tema della Cyber Security Awareness
  • le caratteristiche e i vantaggi dell’apprendimento esperienziale

Scarica subito

SCARICA IL WHITEPAPER
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
Cyber Security Awareness
S
Sicurezza informatica