E' ufficiale, l'Agenda digitale a Marianna Madia

LE DELEGHE

Avrà anche le deleghe di indirizzo e vigilanza sull'Agid. Lo annuncia il sottosegretario alla Semplificazione e alla PA Angelo Rughetti, che come anticipato dal Corriere delle Comunicazioni sarà il suo braccio destro. E spiega al nostro giornale: "Il coordinamento sarà gestito in collaborazione con Palazzo Chigi". Ma manca ancora il decreto

di Antonello Salerno

Le deleghe per il coordinamento dell’agenda digitale e la vigilanza sull’attività dell’Agenzia per l’Italia digitale sono ufficialmente nelle mani della ministra per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione, Marianna Madia. A confermarlo è Angelo Rughetti, sottosegretario al ministero per la PA, a mergine del convegno per la presentazione del volume “L’informatica giuricia in Italia”, alla sala Atti parlamentari della biblioteca del Senato.

“L’indirizzo e la vigilanza sull’Agid è totalmente delegata alla ministra Madia - spiega Rughetti al Corriere delle Comunicazioni - mentre poi c’è tutta la funzione di raccordo dell’agenda digitale dove la ministra coadiuva il presidente del Consiglio”.

Una collaborazione che manterrà quindi formalmente la responsabilità principale a Palazzo Chigi, anche se a gestire la partita saranno operativamente Marianna Madia e la sua squadra. “Sostanzialmente, nei fatti, il coordinamento lo stiamo già gestendo”,   continua Rughetti , che - come anticipato dal Corriere delle Comunicazioni, sulla questione avrà un ruolo di primo piano. Ma il sottosegretario non si sbilancia su un suo coinvolgimento specifico o più diretto: “L’intesa che ci siamo dati - spiega - sia politica che amministrativa, è di lavorare insieme su tutto, quindi per adesso non ci sarà nessuna ripartizione amministrativa di deleghe”. 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 14 Maggio 2014

TAG: Agid, Marianno Madia, Angelo Rughetti, PA, Deleghe

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store