iPhone 5, niente Lte per l'Europa

APPLE

Tolaga Research e Coleago Consulting: con un 4G disegnato per il mercato Usa, il nuovo smartphone replica i problemi posti dall'iPad 3

di Paolo Anastasio

Le tre nuove versioni dell’iPhone 5, disegnate per supportare diverse combinazioni di banda per l’Lte, risponderanno meglio alle esigenze del mercato americano che di quello europeo. Basti pensare che l'iPhone 5 non supporta l'Lte sulla banda a 800 Mhz. Secondo gli analisti del settore, anche sul terreno dell’iPhone 5 si potranno replicare i problemi già vissuti da Apple al momento del lancio dell’iPad 3, di fatto incompatibile con le reti Lte dei paesi europei e in Australia.

Il modello europeo Gsm dell’iPhone 5 sarà sì "Lte ready", ma soltanto nelle bande a 850 Mhz, 1800 Mhz e 2,1 Ghz. Si tratta di ampiezze di banda utilizzate da non troppi operatori europei, fra cui EE (ex Everything Everywhere) nel Regno Unito e Deutsche Telekom in Germania.

In un’intervista rilasciata a Macworld, l’analista Phil Marshall di Tolaga Research ha detto che: "Se il tuo obiettivo è fabbricare un modello di device per il mercato europeo, allora dovrebbe essere compatibile con le frequenze a 800 Mhz e a 2,6 Mhz”.  Il nuovo iPhone 5, aggiunge l’analista, in realtà è fabbricato per gli Usa e per i mercati asiatici già maturi sul fronte Lte, come il Giappone e la Corea del Sud.


Sulla stessa linea anche Stefan Zehle, chief executive di Coleago Consulting: “Apple sostiene che l’iPohne 5 è fatto per il mercato europeo, in particolare citando Deutsche Telecom in Germania e EE nel Regno Unito, peccato che il roll out dell’Lte in Europe non avvenga sulla banda a 2,1Ghz".

Zehle sottolinea inoltre che la banda a 850 Mhz in ogni caso non è compatibile con la banda a 800 Mhz del dividend digitale.  “E’ molto strano – dice l’analista – visto che i telefonini Lte in Europa dovrebbero supportare la Banda 20 (Cept 800), la Banda 3 (1800 Mhz) e la banda 7 (2,6 Ghz). Questa combinazione di bande rappresenta le specifiche adottate di norma dall’Lte in Europa, utilizzate per esempio per il Samsung Galaxy Lte venduto da Vodafone in Germania e da altri”.

Ma il quadro non è del tutto fosco per gli operatori europei che vogliono salire sul carro di Apple. Ci sono diversi operatori che possono supportare l’iPhone 5 sulla banda a 1800 Mhz delle loro reti Lte.
Secondo dati della Gsma  (Global mobile Suppliers Association), che monitora lo sviluppo dell’Lte a livello globale, ci sono 32 operatori in grado di offrire servizi Lte sulla banda a 1800 Mhz in Europa. Croazia, repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Germania, Ungheria, Lettonia Latvia, Lituania, Polonia, Portogallo e Slovenia dispongono di network Lte funzionanti sui 1800 Mhz. Regno Unito e Italia saranno presto sulla lista grazie agli sforzi di EE e di 3 Italia, che dispone di tre blocchi a 1800 Mhz.
 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 17 Settembre 2012

TAG: iphone 5, lte, ipad 3, ee, deutsche telekom, macworld, Phil Marshall, Tolaga Research, Stefan Zehle, Coleago Consulting, gsma, 3 Italia

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store