Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

5mila euro in palio per la migliore idea di impresa

29 Mag 2013

C’è tempo fino al 30 maggio per iscriversi alla community di Kublai (www.progettokublai.ning.com) e poter concorrere al Kublai Award presentando un progetto di impresa entro il 30 giugno. Kublai è un ambiente collaborativo per lo sviluppo di idee e progetti, creato nel 2008 dal Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica del Ministero dello Sviluppo Economico.

Obiettivo del Kublai Award è quello di premiare progetti di innovazione sociale e territoriale che promuovano lo sviluppo economico, offrendo ai partecipanti l’opportunità di confrontarsi con idee e persone già coinvolte nel mondo produttivo. 
Il premio consiste in un voucher di 5000 euro da spendersi in accordo con il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica in formazione e servizi utili alla crescita del progetto.


Il criterio di preammissione all’Award Summer 2013 (una seconda edizione del Premio è prevista per Novembre) è uno e uno soltanto: essere iscritti con un progetto (singolo o collettivo) sul ning (http://progettokublai.ning.com) la piattaforma progettuale di Kublai entro il 30 maggio 2013.

Solo chi sarà iscritto a quella data potrà candidarsi successivamente per la partecipazione al concorso che è gratuito e con una procedura di iscrizione tutta on line. Si va sul sito di Kublai e si compila la form entro e non oltre le ore 15.00 del 30 giugno.
Sulla base delle candidature pervenute lo staff di Kublai selezionerà fino a un massimo di 10 progetti. Una giuria di esperti e addetti ai lavori decreterà, nel corso di un evento pubblico previsto per la metà di luglio, il vincitore dell’Award.

Il bando e la documentazione sul premio sono disponibili nella sezione bandi e concorsi del sito Dps: http://www.dps.tesoro.it/bandi.asp#bandi

Argomenti trattati

Approfondimenti

K
kublai award

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link