Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

A novembre Roma diventa “Capitale digitale”

Il 24 e il 25 via a BBF/EXPO COMM, la fiera dedicata all’Ict italiano, organizzata da E. J. Krause, Fiera di Roma e Wireless

29 Set 2009

Il 24 e 25 novembre, per il secondo anno consecutivo, Roma
ospiterà BBF/EXPO COMM, il più importante appuntamento con
l’information and communication technology in Italia, organizzato
da E. J. Krause, Fiera di Roma e Wireless.

In occasione della presentazione dell’evento, il Campidoglio ha
ospitato l’incontro “ROMA DIGITALE, CAPITALE DELLE NUOVE
TECNOLOGIE”, durante il quale sono state discusse le attività
più importanti legate all’innovazione tecnologica in corso a
Roma e nel Lazio che, oggi più che mai, sta rilanciando la sua
immagine di “Silicon Valley” italiana.

Nel campo dell’Ict, una delle principali attività che il Comune
di Roma sta portando avanti è il “Piano di e-government 2012”,
un insieme di progetti di innovazione digitale per modernizzare,
rendere più efficiente e trasparente la Pubblica Amministrazione.
La città di Roma, infatti, grazie alla concentrazione di funzioni
di alto valore strategico, la forte presenza industriale e di
studenti (660.mila), l’alta percentuale di persone che utilizzano
l’Ict nella vita quotidiana (770.000 ADSL già attive), è nelle
condizioni di essere un laboratorio di e-government di valore
assoluto e la base per sviluppare soluzioni utili per l’intero
Paese.

In questo quadro di ammodernamento tecnologico, il  vicesindaco di
Roma senatore Mauro Cutrufo ha salutato la conferma di BBF/EXPO
COMM nella Capitale, che vedrà la partecipazione delle delegazioni
dei più importanti paesi della regione Emea (Europa, Medio Oriente
e Africa), resa possibile grazie alla stipula di un’Intesa
Operativa con l’Istituto nazionale per il Commercio Estero
nell’ambito dell’Accordo di settore firmato nel 2004 tra il
Ministero dello Sviluppo economico, la Conferenza dei Presidenti
delle Regioni e Province autonome, l‘Aefi (associazione
Esposizioni e Fiere Italiane), il Cfi (comitato Fiere Industria) e
il Cft (Comitato Fiere Terziario).

 “L’innovazione tecnologica in Italia passa per Roma. Dopo il
successo del 2008 a cui hanno partecipato oltre quattromila
operatori, l’edizione 2009 di BBF/EXPO COMM si arricchisce dalla
partecipazione delle delegazioni dei più importanti paesi della
regione Emea (Europa, Medio Oriente e Africa); nella fase di
transizione dall’analogico al digitale, una manifestazione come
questa rappresenta una piattaforma ideale per scambiare idee e
progetti nel campo di un’innovazione tecnologica che sempre di
più fa parte del nostro vivere quotidiano – ha detto Cutrufo -.
Eventi come questo, inoltre, dimostrano ancora una volta che la
Capitale sempre di più diventa catalizzatore di manifestazioni di
grande interesse internazionale, in un segmento cruciale del
turismo, quello convegnistico fieristico, sul quale stiamo puntando
molto anche con la realizzazione del Secondo polo turistico della
Capitale”.

Intensa anche l’attività “innovativa” della Provincia di
Roma, concentrata nella costruzione di una rete Wi-Fi accessibile
gratuitamente, da qualsiasi computer in ogni Comune, e nella
mappatura del territorio per stabilire dove ancora non è possibile
la connessione a banda larga. “La Provincia di Roma ha deciso con
il “Piano Innovazione” di affrontare il problema del divario
digitale nel territorio come questione democratica di opportunità
di sviluppo e promozione per tutti i cittadini – ha  spiegato
Francesco Loriga, dirigente del Sirit della Provincia di Roma -. I
progetti principali sono: il progetto provincia Wi-Fi che
realizzerà, entro la fine del 2010, 500 hot spot per l'accesso
gratuito ad internet (al momento sono operativi 120, entro novembre
saranno 200) e il progetto “ZeroDigitalDivide” che prevede
interventi dell'amministrazione sul territorio nelle zone dove
il problema è più rilevante. A questo proposito è stato aperto
il sito www.zerodigitaldivide.it dove i cittadini indicano le
misurazioni di velocità di connessione e segnalano le zone non
coperte”

La fiera sarà anche l’occasione per fare il punto sulla
transizione al DTT. “Questo importante risultato rappresenta una
vera e propria svolta che assicura all’Italia uno spettro
televisivo più omogeneo, improntato a criteri di efficienza,
concorrenzialità e pluralismo – ha sottolineato il  senatore
Roberto Napoli, commissario dell’Agcom e Vicepresidente del
Comitato Nazionale Italia Digitale –  Le risorse trasmissive
costituiscono, infatti, un bene pubblico importante destinato a
soddisfare l’interesse della collettività; in quest’ottica
l’Autorità, nell’ambito dei compiti che la legge le affida,
continuerà a favorire il processo di innovazione nell’interesse
dei consumatori”.

“Per quanto riguarda il digitale terrestre – ha aggiunto Andrea
Ambrogetti, presidente di DGTVi – BBF/EXPO COMM rappresenterà un
primo importante momento di riflessione. Roma sarà la prima
capitale europea a passare alla nuova piattaforma televisiva ed è
una coincidenza felice che capiti nei giorni di una manifestazione
durante la quale potremo confrontarci direttamente  con i
rappresentanti di Francia e Spagna, dove questa trasformazione è
in corso”.

A chiudere l’evento Roberto Bosi, presidente della Fiera di Roma,
e  Mary Ann Krause, Vice Chairman of the Board of Directors di
E.J. Krause, organizzatori di BBF/EXPO COMM.

!La presenza di BBF/EXPO COMM per il secondo anno consecutivo alla
Fiera di Roma – ha dichiarato Roberto Bosi, presidente della
Fiera di Roma – conferma la modernità delle nostre strutture,
capaci di accogliere eventi tecnologici di altissimo livello. Dopo
una positiva prima edizione che ha visto un pubblico specializzato
di circa 4200 persone con 113 sponsor ed espositori, 200 relatori
nonché la presenza di Paolo Romani, Sottosegretario al Ministero
dello Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni, Corrado
Calabrò, Presidente Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni
e dei maggiori esponenti istituzionali dell’ICT in Italia, con
questa seconda edizione siamo sicuri di poter dare un ulteriore
sviluppo alla leadership di Roma in questo settore. A BBF/EXPO COMM
parteciperanno moltissime imprese, dimostrazione che il settore
dell’ICT è vivo e vitale nonostante il periodo di crisi. Siamo
orgogliosi che Roma possa lanciare un messaggio positivo in un
questo momento economico particolare”.

«Quest’anno BBF/EXPO COMM ritorna con un focus e un sostegno
industriale e istituzionale sempre maggiore, tra i quali segnaliamo
quello del Ministero della Difesa sia per l’importanza
dell’Ente che per le novità tecnologiche che presenterà – è
stato il commento di Mary Ann Krause, Vice Chairman of the Board of
Directors di E.J. Krause -. Il focus dell’evento saranno le
tecnologie digitali e la banda larga e così BBF/EXPO COMM, già
punto di ritrovo per i Paesi del Mediterraneo, si avvia ad essere
il più importante luogo di incontro fra operatori del Digitale e
dell’ ICT in Europa per annunciare strategie, proporre piani,
innovazioni e prodotti».

Parteciperà alla seconda edizione di BBF/EXPO COMM anche lo Stato
Maggiore della Difesa con uno spazio espositivo dove saranno
presentati  componenti, progetti ed assetti di alta tecnologia nel
settore delle comunicazioni.