Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA PIATTAFORMA

A quota 100mila i cassetti digitali delle aziende italiane

Il servizio di infocamere, disponibile sulla piattaforma impresa.italia.it, permette di consultare visura d’impresa, certificazioni biologiche, rating di legalità e tutti i documenti depositati al Registro delle imprese. Visionabili gratuitamente da smartphone o tablet

02 Lug 2018

Giorgia Pacino

A ogni imprenditore il suo “cassetto digitale”. Sono già 100 mila gli italiani che si servono del servizio messo a punto da InfoCamere sulla piattaforma impresa.italia.it per consultare i documenti ufficiali che riguardano la propria azienda.

Si va dalla visura d’impresa, disponibile in italiano e in inglese, al rating di legalità. E ancora: statuto, bilancio, certificazioni biologiche, pratiche inviate allo Sportello unico delle Attività produttive del Comune in cui ha sede l’impresa. Grazie ai cassetti digitali, tutte le informazioni depositate al Registro delle imprese sono accessibili in modo gratuito. A portata di tablet e smartphone.

“Per un’impresa essere digitale, significa affacciarsi sul mercato con velocità, semplicità e trasparenza”, spiega Carlo Sangalli, presidente di InfoCamere. “Con impresa.italia.it il sistema delle Camere di commercio offre al mondo imprenditoriale un servizio efficace a costo zero, per dare impulso alla propria digital transformation e competere anche a livello internazionale. Oggi, se l’impresa non è digitale, semplicemente non è impresa e rischia di rimanere fuori dal circuito della creazione di valore e di lavoro”.

La piattaforma è ispirata al criterio “mobile first” ed è stata realizzata seguendo le line guida del team digitale e dell’Agid. Si presenta come un vero e proprio “cassetto”: l’imprenditore ha sempre a portata di mano l’identikit digitale della propria impresa e può condividerlo con partner, clienti, fornitori, banche e professionisti. Può inviare documenti alla pubblica amministrazione per partecipare a gare o bandi, anche internazionali: la visura dell’impresa è già tradotta in inglese. Ai documenti finora consultabili si aggiungeranno a breve anche le fatture elettroniche emesse dall’azienda, per tutti coloro che utilizzano il sistema gratuito fatturaelettronica.infocamere.it.

Per accedere a impresa.italia.it basta essere in possesso delle identità digitali del cittadino-imprenditore: lo Spid (il Sistema pubblico di identità digitale) o la Cns (la Carta nazionale dei servizi).

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5