Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Adobe, 2010 da record. Fatturato a +33%

La società archivia l’anno con ricavi in forte crescita a 3.800 mld di dollari contro i 2.946 del 2009. Il ceo Narayen: “Stiamo cambiando il nostro modo di creare e distribuire esperienze digitali”

21 Dic 2010

Fatturato record per Adobe. La società “inventrice” del Pdf ha
chiuso il quarto trimestre 2010 e l’intero anno fiscale con
ricavi in forte crescita. Nel dettaglio il quarto trimestre
dell’anno ha fatto registrare un fatturato pari a 1.008 miliardi
di dollari, contro i 757.3 milioni registrati nel quarto trimestre
dell’anno 2009 e i 990.3 milioni del terzo trimestre dell’anno
fiscale 2010. Il risultato, che rappresenta una crescita del
fatturato del 33% anno su anno, ha battuto gli outlook aziendali
stimati tra i 950 milioni di dollari e un miliardo di dollari.

Per quanto riguarda i profitti questi sono pari a 268,9 milioni di
dollari, ovvero 53 centesimi per azione, dalla perdita per 32
milioni, ovvero 6 centesimi, registrata nell'analogo periodo
dell'anno passato. Escluse le poste straordinarie, l'utile
per azione di Abobe si è attestato a 56 centesimi (le stime di
Bloomberg si erano attestate sui 52). Il mercato prevede profitti
per 51 centesimi e un giro d´affari di 991,9 milioni.

L’azienda ha annunciato, inoltre, un fatturato record di 3.800
miliardi nell’anno fiscale 2010, contro i 2.946 miliardi
dell’anno fiscale 2009, con una crescita del 29% anno su
anno.

“Abbiamo raggiunto il nostro primo miliardo di dollari in un
quarter e un fatturato record per l’anno fiscale 2010, permessi
da performance eccezionali di tutte le nostre maggiori aree di
business – commenta Shantanu Narayen, presidente e ceo di Adobe -.
Adobe sta trasformando il modo in cui il mondo crea, misura e
distribuisce esperienze digitali. Siamo una delle società di
software più diversificate del mondo e stiamo iniziando il 2011
con un forte slancio”.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link