Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL PROGETTO UE

Agenda digitale, 77 milioni per le Pmi innovative

La Commissione Ue dà il via al progetto I4MS nell’ambito del 7° Programma Quadro. Obiettivo: colmare il divario digitale delle imprese del manifatturiero. Neelie Kroes: “Le nostre aziende devono essere più competitive”

13 Giu 2013

77 milioni di euro. A tanto ammonta il contributo che la Commissione europea destinerà, nell’ambito del 7° programma quadro di R&S, a progetti di innovazione per sostenere la crescita delle Pmi del manifatturiero. L’obiettivo di I4MS – questo il nome dell’’iniziativa – è quello di “insegnare” alle imprese il valore aggiunto dell’Ict come leva di business. “La comunità di ricerca europea deve essere in prima linea per sostenere le Ict nel settore manifatturiero – commenta il commissario Ue per l’Agenda digitale, Neelie Kroes – Ed è ancora più importante tradurre questa leadership nella ricerca in incrementi di produttività e in una maggiore competitività dei nostri prodotti e attori industriali. Bisogna stimolare l’innovazione mirata e investire di più per colmare il divario tecnologico delle Pmi”.

I4MS partirà ufficialmente nel luglio 2013 e realizzerà più di 150 esperimenti nei prossimi 3 anni. Tra le aree interessate: soluzioni avanzate di simulazione robot, servizi cloud-based ad alte prestazioni, attrezzature basate su sensori intelligenti e applicazioni di laser innovativi.

Le Pmi beneficeranno di un sostegno finanziario diretto per migliorare i loro prodotti o processi di fabbricazione; acquisiranno nuove tecnologie e avranno più facilmente accesso a nuovi mercati. Le imprese potranno richiedere finanziamenti tramite bandi che saranno lanciati nel 2014 e 2015.
I4MS è parte di più ampio sforzi della Commissione per rafforzare l’industria e il settore manifatturiero dell’UE.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link