Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Allarme moneta elettronica: “Un favore a truffatori e hacker”

Secondo l’Osservatorio nazionale per la sicurezza informatica, l’abbassamento della soglia per l’utilizzo del contante voluto da Mario Monti farà decollare l’uso di e-money e di pari passo il rischio di reati informatici

30 Nov 2011

Abbassare la soglia per l’uso del contante per favorire un
maggior uso della moneta elettronica. Lo ha annunciato al
Parlamento il neopremier Mario Monti. Attualmente il tetto è
fissato a 2.500 euro per tutti i pagamenti. L’intento del
provvedimento è di ridurre l’uso dei contanti in funzione
antievasione grazie alla tracciabilità dei pagamenti.

Ma secondo l’Osservatorio Nazionale per la Sicurezza Informatica,
se da un lato il contante favorisce l’evasione, i rischi della
moneta elettronica, non sono da sottovalutare: “Se Monti imporrà
i limiti di pagamento cash per le somme sopra i 300 o 500 euro –
dice Mirko Gatto dell’Osservatorio Nazionale per la Sicurezza
Informatica e Ceo di Yarix – oltre a fare un favore alle banche lo
farà anche a truffatori e hacker. L’abbassamento della soglia di
pagamenti porterà molti utenti inesperti ad utilizzare per le
transazioni i sistemi elettronici e di certo gli hacker non si
faranno scappare quest’occasione”.

Secondo una ricerca finalizzata a individuare l’atteggiamento e
la propensione degli italiani a fare acquisti con carta di credito,
su un campione di età compresa tra 18 e 64 anni, il 54% degli
intervistati ha dichiarato una scarsa fiducia nella sicurezza delle
transazioni. Di questi, ben l’88% dichiara non di non avere una
adeguata conoscenza dei sistemi di pagamento online e dei sistemi
di sicurezza delle carte di credito (gli avvisi via sms ad
esempio).

L’Osservatorio Nazionale per la Sicurezza Informatica è
un’organizzazione no-profit, promossa da Yarix in collaborazione
con altre aziende di settore, che nasce per monitorare la sicurezza
attraverso studi e ricerche, per sensibilizzare ed informare gli
utenti e per diffondere la cultura della sicurezza per le imprese,
aiutandole a difendersi e quindi a crescere.