Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Amministrative, Pisapia è già sindaco su Facebook

La società Reputation Manager ha studiato l’andamento delle Pagine Fan dei candidati sindaco per Milano, Torino, Bologna e Napoli. Lo sfidante della Moratti fa il pieno di preferenze

13 Mag 2011

Le amministrative sono alle porte e Reputation Manager, società di
ingegneria reputazionale specializzata nel Web 2.0, ha analizzato
la presenza e i contenuti su Facebook dei candidati sindaci di
Milano, Torino, Bologna e Napoli. “Lo scopo era quello di capire
come si è svolta la comunicazione su Facebook sull’argomento
elezioni comunali, sia in termini quantitativi sia qualitativi –
spiega Andrea Barchiesi, Managing Director di Reputation Manager –
e di misurare quanto le conversazioni che avvengono nei gruppi e
sulle pagine Facebook siano indicative di un effettivo modo di
sentire della Rete rispetto agli argomenti e alle persone della
campagna elettorale”.

Su Facebook, relativamente alle amministrative, sono presenti 28
“Gruppi” e 148 “Pagine”, popolati per il 60% circa da
uomini e per il 40% da donne. L’80% delle conversazioni si
mantengono su toni neutrali, i commenti negativi sono solo il
10%.

La “Pagina Fan” più popolata è “Giuliano Pisapia Sindaco x
Milano” (candidato del centro-sinistra), con circa 26mila fans
(ultimo rilevamento al 12 maggio); poi troviamo “Luigi De
Magistris Sindaco per Napoli” (candidato per Italia dei Valori)
con circa 10mila fans; dopo Mario Morcone, sempre per Napoli, ma
del Pd, con circa 6mila, Piero Fassino (Torino, Pd) con 5mila fans,
a distanza ravvicinata c’è Gianni Lettieri, candidato del Pdl a
Napoli; Mattia Calise, giovanissimo candidato a Milano per il
Movimento 5 Stelle-con Beppe Grillo, poi la pagine di Milly Moratti
per Pisapia, circa 1.600 fans, che stacca di poche decine la Pagina
della cognata candidata sindaco a Milano per il centro-destra.
Merola (centro-sinistra), Bernardini (centro-destra) e Bugani (5
stelle), candidati per Bologna, si attestano tutti sui 1.000/1.500
fans, come anche Manfredi Palmeri (Terzo Polo) candidato a
Milano.

A sfruttare maggiormente il social network di Zuckerberg è il
centro sinistra, in particolare il Pd che conta il 65% delle
pagine, poi troviamo l’Idv con una presenza del 15%. Poi vengono
il Pdl con l’11% e “Cinque Stelle” con il 7%; i partiti del
Terzo Polo con il 2% collettivo, sono i meno attivi su Facebook.
Milano, con il 55%, si attesta come la città dove i candidati
sfruttano di più il social network, Napoli arriva seconda con il
34%, poi Torino con il 9% e Bologna con il 2%.

Da notare che Mattia Calise (Cinque Stelle) arrivi prima di Letizia
Moratti con il doppio di fans (4mila contro 2mila), nella battaglia
per Milano dove Pisapia, però, rimane davanti a tutti con quasi
29mila fans totali.

Le vere sorprese arrivano dal tipo di conversazioni e contenuti
sulle Pagine dei due principali contendenti per Milano.
Quantitativamente Pisapia stravince per numero di fans, l’indice
di “densità sociale” rilevato da Reputation Manager (rapporto
tra numero di post in bacheca e numero di fans), è molto alto per
Moratti (80%), il che significa che quasi tutti i 1.600 fans della
Pagina di sostegno più importante al sindaco uscente postano
commenti con molta frequenza; i fans di Pisapia invece si possono
definire più “tranquilli”, con un indice di social density del
2%. In termini assoluti, si tratta di 600 post, contro i 1.300
circa di Moratti.

Però è doveroso notare che il contenuto dei commenti su Pisapia
è per l’80-90% positivo, mentre sul versante Moratti è per
oltre il 90% negativo. “La comunicazione del Sindaco di Milano
uscente – commenta Andrea Barchiesi – come ci dice il nostro
strumento di analisi psicolinguistica e di prossimità emotiva, è
connotata da una modalità di comunicazione istituzionale e
centrata sulla figura del leader, a cui ben rispondono i suoi fans
su Facebook; ma incentrando la comunicazione social, basta guardare
i titoli delle pagine ufficiali, sulla sua figura personale e il
suo ruolo anziché sulla coalizione, si è esposta maggiormente
alle opinioni negative. Pisapia, al contrario, ha scelto di puntare
sulla sinergia della coalizione e quindi di distribuire la sua
comunicazione su più figure. Il dato interessante a questo punto,
a nostro parere, è che una comunicazione sociale come quella di
Pisapia su Facebook, sebbene raccolga grandi numeri, acquisisce
meno viralità e risonanza di una comunicazione più personale
perseguita dal sindaco uscente ”.

Per quel che riguarda le altre città toni e numeri sono più
bassi. A Torino il 75% dei fans (oltre 5mila) è per Fassino,
mentre Bertola (Cinque Stelle) ne raccoglie circa 1.300 che
rappresenta il 20% ottenendo un margine sostanzioso sui candidati
di Pdl e Terzo Polo. A Bologna i tre principali candidati sono
molto vicini, con Bernardini e Merola entrambi oltre il 36% e il
candidato di Cinque Stelle, Bugani, al di sotto del 30%.

Importante notare come a Napoli il candidato Idv Luigi de Magistris
surclassa tutti i rivali con 10mila fans, il doppio del candidato
del Pd Morcone, ed è in costante crescita, più 7% nei soli ultimi
2 giorni.

Se l’attività svolta su Facebook dai candidati sindaco sarà in
grado di spostare l’ago della bilancia degli elettori potremo
scoprirlo solo dopo il 15 maggio.