Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

GIANOS

Anti-riciclaggio, 49mila attività sospette identificate grazie all’IT

Nel 2011 la piattaforma Gianos ha consentito l’analisi di oltre 28 milioni di operazioni. In cantiere il monitoraggio dei casi di usura ed evasione fiscale

28 Giu 2012

F.Me.

49mila attività sospette segnalate nel 2011 a fronte di oltre 28 milioni di operazioni analizzate. Sono i risultati ottenuti dal sistema informatico Gianos, la piattaforma antiriciclaggio dell’Oasi, società del Gruppo Istituto centrale delle banche popolari italiane, utilizzata dal 98% del mercato bancario italiano.

A breve il sistema sarà utilizzato anche per monitorare i casi di usura e successivamente quelli di evasione fiscale, come le frodi nelle fatturazioni.

“Il riciclaggio di denaro sporco potrebbe arrivare al 10% del Pil – fanno sapere dall‘Oasi – Il suo impatto è infatti in continua crescita, anche per effetto della crisi.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
banche
E
evasione fiscale