Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Avaya sulla “nuvola” di Telecom Italia

La nuova collaborazione porta in dote a Nuvola Italiana l’offerta per i contact center. E si lavora anche alla messa a punto di una soluzione di Unified Communication. Nocentini (TI): “Diamo ulteriore spinta alla crescita del cloud”. Attura (Avaya): “Le aziende potranno salvaguardare i costi offrendo servizi innovativi”

27 Set 2011

E' Avaya la new entry della "squadra" di partner di
Telecom Italia per la suite cloud Nuvola Italiana. La
collaborazione annunciata questa mattina a Roma consentirà di
ampliare il catalogo con la soluzione Nuovola IT Ready Contact,
basata su tecnologia Avaya, specificamente progettata per i contact
center.  Disponibile in modalità on demand, la suite potrà
essere utilizzata per la gestione dei servizi inboun e outbound e
permetterà di organizzare tutti i canali di comunicazione, dalle
e-mail agli sms, dalle telefonate ai video, consentendo anche
l'interazione con i social network e le piattafome gestionali.
Il tutto in tempo reale e attraverso dispositivi fissi (pc e
desktop) e mobili (palmari e tablet).

"Grazie alla capacità di gestire e integrare tecnologie
diverse la tecnologia Avaya permetterà di arricchire ulteriormente
l'offerta di Nuvola Italiana. Avaya gioca un ruolo importante
in particolare nei servizi di Unified Communication e dunque la
collaborazione darà un'ulteriore spinta alla crescita della
nostra piattaforma cloud", sottolinea Stefano Nocentini,
responsabile Marketing Top Clients di Telecom Italia. Insieme con
Avaya si lavora infatti anche alla predisposizione di
un'innovativa soluzione di Unified Communication &
Collaboration finalizzata a sviluppare e diffondere nelle aziende
evoluti strumenti di comunicazione.

La partnership fra Avaya e Telecom Italia avrà un impatto positivo
anche sulle "casse" dei clienti. "Il difficile
momento economico obbliga le aziende a rallentare gli investimenti
verso l'evoluzione delle proprie infrastrutture ed il
miglioramento della qualità dei servizi offerti, con inevitabile
impatto negativo sulla crescita strutturale del Paese – sottolinea
Gianluca Attura, Ad di Avaya Italia -. Tramite la nuova soluzione
le imprese potranno contare su un nuovo modello di business che,
anche in questo momento delicato, permetta di continuare ad erogare
servizi innovativi ai propri clienti pur in una logica di
salvaguardia dei costi".