Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ballmer vende 1,3 mld di dollari di azioni

Il numero uno di Microsoft cede il 12% del suo attuale pacchetto. Ma nessuna uscita di scena, “solo un affare finanziario personale”. Entro fine anno si “alleggerirà” di altri 25 milioni

09 Nov 2010

L'amministratore delegato di Microsoft alleggerisce il suo
pacchetto azionario. Steve Ballmer cede 1,33 miliardi di dollari di
azioni del colosso ddi Redmond: nello specifico si tratta di quasi
50 milioni di titoli, il 12% di quanto attualmente in suo
possesso.

Le cifre sono quelle che emergono da un comunicato fornito alla Sec
(Security and Exchange Commission) statunitense. Un'operazione
giustificata dalla volontà di diversificare i propri investimenti
e di usufruire di un trattamento fiscale favorevole. Dal prossimo
anno, infatti, negli Usa la tassazione sui redditi da capitale a
lungo termine (ovvero delle attività detenute per più di un anno)
passerà dal 15% al 20%.

"E' un affare finanziario personale ma voglio essere
chiaro per evitare confusione – ha precisato Ballmer per fugare
ogni dubbio sul fatto che la scelta potesse essere futto di una sua
futura partenza dal gruppo -. Sono entusiasta dei prodotti e del
potenziale che ha la nostra tecnologia per cambiare la vita della
gente e resto pienamente impegnato con Microsoft e col suo
successo".

Ballmer, che di qui alla fine dell'anno intende vendere altri
25 milioni di azioni Microsoft, è il secondo principale azionista
della società dopo Bill Gates e possiede ancora 359 milioni di
azioni del gruppo, pari al 4,2% del capitale.